Coronavirus in Irpinia: 11 casi, di cui: 2 ad Avellino e Ariano (73 in 10 giorni)

AGGIORNAMENTO DI ASL E MOSCATI. IN CAMPANIA: 341 CASI E 1 MORTO. La situazione dell'epidemia sul territorio provinciale dove sale la curva. Zona gialla e Green pass, approvato il decreto con le nuove regole per agosto. La mappa del virus nelle 5 province

Un reparto dell'Ospedale di Avellino, l'Azienda San Giuseppe Moscati

I positivi al coronavirus in Irpinia sono 20.483 da marzo 2020 per 11 casi trovati su 518 tamponi esaminati nei laboratori abilitati. I nuovi casi riguardano: 2 residenti ad Ariano irpino; 1 ad Avella; 2 ad Avellino; 1 a Cervinara; 1 a Domicella; 1 a Monteforte Irpino; 1 a Rotondi; 1 a Sperone; 1 a Taurasi. Sono 73 i nuovi positivi individuati negli ultimi 10 giorni. Dalla prima settimana di luglio le maggiori concentrazioni si sono registrate ad Avellino (23 nuovi casi), Sperone (12), Ariano Irpino e Cervinara (7), Monteforte, Avella (6), Andretta, Serino e Cesinali (3). In Campania l’epidemia fa registrare un balzo con 341 nuovi positivi e 1 morto, mentre in Italia sono stati registrati 5.140 nuovi casi con 5 morti. Nel frattempo, la Campania resta nella zona bianca, grazie alla bassa ospedalizzazione, in attesa dell’entrata in vigore del Green Pass, quando dal 6 agosto solo i possessori potranno sedere ai tavoli all’interno di bar e ristoranti o accedere a palestre, piscine, circoli, fiere e tutte le altre attività al chiuso (leggi i particolari). L’approvazione del decreto ha stimolato una ripresa delle prenotazioni vaccinali in questi giorni, soprattutto nella fascia tra i 12 e i 19 anni, anche in vista della ripresa scolastica. In Campania è stato registrato un significativo incremento di prenotazioni sulla piattaforma Soresa, mentre aumentano le vaccinazioni sui territori..

POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA E NELLE PROVINCE CAMPANE – AGGIORNAMENTO | Il Dipartimento della Protezione Civile ha diffuso alle ore 19 l’aggiornamento relativo ai casi positivi al coronavirus in Irpinia e nelle province della Campania. I dati: a Napoli 252.384 (+186), a Salerno 68.772 (+25), a Caserta 66.456 (+20), ad Avellino 20.483 (+14), a Benevento 12.662 (+6). Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

Bollettino Covid-19 del 23 luglio 2021 alle ore 18 diffuso dal Ministero della Salute. Lo stralcio dei casi in Campania per province

I CASI POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA DALL’INIZIO DELL’EPIDEMIA. I positivi al coronavirus in Irpinia sono 20.483, secondo il riepilogo diffuso dal Ministero della Salute elaborato su dati della Protezione Civile. Il dato si riferisce ai casi di coronavirus in Irpinia da marzo.  Ecco la mappa dei positivi al coronavirus in Irpinia segnalati dai rapporti Asl (casi attivi, guariti e morti dal marzo 2020): Aiello del Sabato (166), Altavilla Irpina (163), Andretta (30), Ariano Irpino (947), Aquilonia (48), Atripalda (556), Avella (755), Avellino (2.378), Bagnoli Irpino (87), Baiano (284), Bisaccia (80),  Bonito (82),  Cairano (8),  Calabritto (37), Calitri (208),  Candida (48), Caposele (91),  Capriglia (125), Carife (42), Casalbore (37), Cassano Irpino (35), Castel Baronia (32), Castelfranci (40), Castelvetere sul Calore (13),  Cervinara (454), Cesinali (160), Chianche (12),  Chiusano San Domenico (106), Contrada (206), Conza della Campania (15), Domicella (126),  Flumeri (129), Fontanarosa (128), Forino (353), Frigento (141), Gesualdo (204), Greci (26),  Grottaminarda (389), Grottolella (64),  Guardia Lombardi (26), Lacedonia (39), Lapio (43), Lauro (260),  Lioni (215), Luogosano (8),  Manocalzati (148), Marzano di Nola (136), Melito Irpino (78),  Mercogliano (564), Mirabella Eclano (328), Montaguto (6),  Montecalvo Irpino (109), Montefalcione (198),  Monteforte Irpino (556), Montefredane (95), Montefusco (45), Montella (274), Montemarano (115),  Montemiletto (280), Monteverde (43),  Montoro (1.301), Morra De Sanctis (26),  Moschiano (120),  Mugnano del Cardinale (367), Nusco (166), Ospedaletto d’Alpinolo (109), Pago Vallo Lauro (155), Parolise (43),  Paternopoli  (39), Petruro Irpino (3), Pietradefusi (74), Pietrastornina (38), Prata Principato Ultra (93), Pratola Serra (131), Quadrelle  (102), Quindici (147),  Roccabascerana (156), Rocca San Felice (27), Rotondi (210), Salza Irpina (40), San Mango sul Calore (22), San Martino Valle Caudina (241), San Michele di Serino (106), San Nicola Baronia (45),  San Potito Ultra (72), San Sossio Baronia (66), Sant’Andrea di Conza (30), Sant’Angelo al Scala (148),  Sant’Angelo all’Esca (24), Sant’Angelo dei Lombardi  (125), Santa Lucia di Serino (144), Santa Paolina (64), Santo Stefano del Sole (93), Savignano Irpino (48), Scampitella  (62),  Senerchia (50), Serino (475), Sirignano (226), Solofra (630), Sorbo Serpico (24), Sperone (281), Sturno (154), Summonte  (59),  Taurano (61), Taurasi  (44), Teora (11), Torella dei Lombardi (46), Torre Le Nocelle (102), Torrioni (19),  Trevico (29), Tufo (31),  Vallata (120), Vallesaccarda  (45), Venticano (86), Villamaina (63), Villanova del Battista (99), Volturara Irpina (106), Zungoli (23).

Coronavirus, test in Campania al Cotugno. Nella foto: l’ingresso all’Ospedale Cotugno

IN CAMPANIA 341 POSITIVI NELLE 24 ORE (IN 10 GIORNI 2.554 CASI) E 1 MORTO. In Campania i positivi al Covid-19 salgono a 428.860 totali per 341 nuovi casi su 7.992 tamponi molecolari esaminati in laboratorio (e 5.655 antigenici), 5.580.523 dall’inizio della pandemia. Negli ultimi dieci giorni sono stati accertati 2.554 nuovi contagi. C’è 1 morto per coronavirus in Campania nelle 48 ore. Il totale sale a 7.579 vittime dal marzo 2020. Negli ospedali regionali sono 12 i posti letto occupati in terapia intensiva, 1 in più rispetto al giorno precedente (sull’intera rete ospedaliera sono disponibili e/o attivabili 644 posti letto su 656). Cala invece il numero dei degenti nei reparti ospedalieri dedicati al Covid: sono 176, quindi 13 in meno rispetto al giorno precedente (la riserva è di 2.984 posti letto sui 3.160 disponibili tra strutture pubbliche e private convenzionate).

In Campania i positivi al Covid-19 nell’aggiornamento fatto dalla Unità di Crisi della Regione Campania alle ore 17,00 di oggi 24 luglio 2021

LA SITUAZIONE CLINICA: RIEPILOGO. L’Unità di crisi ha comunicato 1 vittima (nelle ultime 48 ore). Il numero totale dei morti per il coronavirus in Campania sale a 7.579 dall’inizio dell’epidemia. Sono state dichiarate guarite 117 persone, per un totale di 413.214 persone in totale. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio regionale, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute alle ore 17, i pazienti ricoverati con sintomi in Campania sono 176 (-13) in terapia intensiva 12 (+1, con un ingresso del giorno), mentre 7.879 (+235) si trovano in isolamento domiciliare. I casi attualmente positivi, cioé detratti i guariti e i deceduti, sono 8.067 (+223) contro 428.860 casi totali dall’inizio della pandemia.

VACCINAZIONI ANTI COVID-19 IN CAMPANIA (AGGIORNAMENTO DEL 24 LUGLIO ALLE ORE 17,00): SOMMINISTRATE 6.292.002 DOSI. L’Unità di crisi aggiorna costantemente sul portale dedicato i dati delle vaccinazioni in Campania. Secondo i dati, il 24 luglio alle ore 17,00, le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 6.292.002. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 3.501.836 cittadini. Di questi 2.790.166 hanno ricevuto la seconda dose. Dosi somministrate: 93,65% di 6.718.819 consegnate.

La Prefettura di Napoli

CAMPANIA NELLA FASCIA BIANCA: FINO AL 5 AGOSTO VALE PER TUTTI. DAL 6 SOLO PER I POSSESSORI DEL GREEN PASS. La Campania è zona bianca fino al 5 agosto. Dal 6 scatteranno restrizioni per chi non avrà il Green pass (esclusione dai luoghi pubblici al chiuso, come meglio specificato avanti). Resta l’obbligo della mascherina anche all’aperto fino al 31 dicembre nei centri urbani, nelle piazze, sul lungomare e in fila (scarica l’ordinanza regionale numero 19 del 25 giugno 2021). Dalle ore 22 e fino alle ore 6,00 vietata la vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, da parte di qualsiasi esercizio commerciale (compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici. Vietato il consumo di bevande alcoliche nelle aree pubbliche ed aperte. La somministrazione di bevande alcoliche è consentita esclusivamente al banco o ai tavoli.

Green Pass (schermata simulata)

GREEN PASS OBBLIGATORIO DAL 6 AGOSTO PER CONSUMARE AI TAVOLI ALL’INTERNO DI BAR E RISTORANTI E PER TUTTE LE ATTIVITÀ AL CHIUSO. Il Governo ha approvato il decreto che ridisegna i parametri per l’attribuzione delle fasce di rischio regionali. Dal 6 agosto il Green pass sarà richiesto per poter svolgere o accedere a: servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso; spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi; musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre; piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso; sagre e fiere, convegni e congressi; Centri termali, parchi tematici e di divertimento; centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione; attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò; concorsi pubblici. (Leggi i particolari). Tra le novità dell’ultima ora, c’è anche la visita ai parenti ricoverati negli ospedali. L’obbligo riguarderà tutti, dai 12 anni in su.

NUOVI PARAMETRI PER L’ATTRIBUZIONE DEI COLORI ALLE REGIONI (LA FASCIA GIALLA SCATTA CON IL 10% DI POSTI LETTO OCCUPATI IN TERAPIA INTENSIVA E IL 15% NELL’AREA MEDICA). Cambiano anche i parametri per il cambio di colore. Per passare in zona gialla la regione dovrà avere 50 casi ogni 100mila abitanti e il 10% dei posti occupati in terapia intensiva oppure il 15% in area medica (nei reparti Covd). (Leggi i particolari per tutte le fasce).

Il punto vaccinale Covid di Montella

VACCINAZIONI ANTI CORONAVIRUS IN IRPINIA IERI 23 LUGLIO, SOMMINISTRATE 6.604 DOSI (FINORA 486.367). IL DETTAGLIO. Nell’ambito della campagna vaccinale anti coronavirus in Irpinia presso i Centri della provincia di Avellino somministrate ieri 23 luglio 6.604 dosi, così suddivise: 174 a Monteforte Irpino; 169 a Mirabella Eclano; 281a Sant’Angelo dei Lombardi; 30 presso il Centro Vaccinale del P.O. di Sant’Angelo dei Lombardi; 229 a Montemarano; 966 presso il Centro Vaccinale di Avellino; 322 a Montoro; 204 a Solofra; 299 presso il Centro Vaccinale Vita di Ariano Irpino; 127 a Vallata; 192 ad Atripalda; 127 a Flumeri; 203 a Moschiano; 302 a Cervinara; 301 presso il Centro Vaccinale di Ariano Irpino – Palazzetto dello Sport; 292 a Montefalcione; 385 a Grottaminarda; 211 a Mercogliano; 245 ad Altavilla Irpina; 220 a Mugnano del Cardinale; 316 a Montella; 160 a Bisaccia; 368 a Lioni; 120 drive through; 355 presso i Camper della salute; 6 presso MMG/PLS. Dall’inizio della campagna, sono 486.367 le dosi inoculate.

Vaccinazione Covid col camper in Irpinia nei Comuni. L’Unità mobile ad Avellino

VACCINAZIONI ANTI CORONAVIRUS IN IRPINIA NEI COMUNI IN CORSO ANCHE CON I CAMPER. DOMANI, DOMENICA TAPPA AD AVELLINO IN VIA MORELLI E SILVATI. L’Asl ha promosso per domenica 25 luglio una giornata di vaccinazioni in camper ad Avellino durante il cosiddetto ‘bomba day’. In occasione del disinnesco e della rimozione dell’ordigno bellico rinvenuto in prossimità del Ponte della Ferriera, l’Asl, in accordo con la Prefettura di Avellino che coordina le operazioni, ha disposto la presenza di un Camper della salute presso l’area di accoglienza individuata dal Comune di Avellino, destinata ai cittadini interessati dalle operazioni. Dalle ore 8.00 alle ore 20.00 in via Morelli e Silvati, in corrispondenza degli  edifici scolastici individuati per l’accoglienza dei cittadini interessati dalle operazioni di allontanamento dalla propria abitazione, i cittadini, a partire dai 12 anni, potranno accedere alla vaccinazione senza prenotazione, anche se non iscritti sulla Piattaforma regionale.. (Vaccinazioni in Camper: consulta il calendario).

CONTROLLI IN AEROPORTO PER CHI RIENTRA IN CAMPANIA DALL’ESTERO: GREEN PASS/CERTIFICAZIONE VERDE OPPURE TAMPONE. L’Ordinanza n. 20/2021 firmata oggi dal Presidente De Luca fa scattare da subito (e fino al 31 agosto) ulteriori controlli in aeroporto sui rientri dall’estero. Il provvedimento impone «a tutti i passeggeri in arrivo all’aeroporto internazionale di Napoli attraverso voli, diretti o di transito dagli Stati dell’Unione europea, Principato di Monaco, Andorra, Svizzera, Islanda, Norvegia, Liechtenstein e Israele nonché da Giappone, Canada e Stati Uniti o che abbiano transitato o soggiornato negli ultimi 14 giorni antecedenti in uno dei medesimi Paesi di esibire green pass o l’effettuazione di un tampone antigenico o molecolare in conformità a quanto prescritto dalla vigente disciplina statale».

IN ITALIA (DATO DEL 24 LUGLIO ALLE 17). I POSITIVI SONO 62.523. I GUARITI SONO 4.122.208 E I DECEDUTI 127.942. OGGI 5.140 CASI IN PIÙ. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 4.312.673 ma al momento sono 62.523 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 4.122.208. I pazienti ricoverati con sintomi sono 1.340, in terapia intensiva 172 (21 i nuovi ingressi nelle 24 ore), mentre 61.011 si trovano in isolamento domiciliare. I deceduti sono 127.942, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. L’incremento dei casi totali è di +5.140.

Bollettino Covid-19 del 24 luglio 2021 alle ore 18 diffuso dal Ministero della Salute. Lo stralcio dei casi in Campania per province

Il Rapporto

Report Vaccini Anti COVID-19 – Commissario dell’Emergenza e del Ministero della Salute

VACCINAZIONI ANTI COVID IN ITALIA: DATO DEL 24 LUGLIO: ORE 06.10. DOSI SOMMINISTRATE: 64.481.966 – IMMUNIZZATI AL NUOVO CORONAVIRUS (CON SECONDA DOSE) 29.463.542: IL 53,71% DELLA POPOLAZIONE. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla vaccinazione contro il nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, le persone a cui è stato somministrato il vaccino in Italia sono 64.481.966 (94,1% delle 68.514.736 dosi disponibili a partire dal 31 dicembre 2020). Sono 29.463.542 le persone che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose di vaccino (il 54,55% della popolazione italiana dai 12 anni in su).


Per informazioni sul coronavirus in Irpinia, in Campania e in Italia consultare i link: Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ del Ministero Salute: clicca qui Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS): clicca qui).


CAMPAGNA VACCINALE IN CAMPANIA, SI PUÒ PRENOTARE PER LA POPOLAZIONE DAI 12 ANNI IN SU. In Campania si può prenotare la vaccinazione anti-Covid per la popolazione dai 12 anni in su. Per la fascia di età compresa tra i 12 e i 17 anni sarà somministrato il vaccino Pfizer. Il link per le adesioni alla campagna vaccinale e per prenotare la somministrazione è il seguente: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino.

DISABILITÀ, ADESIONE DIRETTA “ON LINE” PER PRENOTARE IL VACCINO. PAZIENTI FRAGILI, «I MEDICI DEVONO PRENOTARE SULLA PIATTAFORMA GLI ASSISTITI». È aperta la piattaforma regionale dedicata alle adesioni, in via telematica, alle vaccinazioni riservate ai pazienti fragili inseriti dal Ministero nella Tabella 2 della Categoria 1, relativa alla disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica, ai sensi della legge 104/1992, art.3 comma 3. L’adesione è in forma diretta (senza rivolgersi ai medici di medicina generale). È prevista anche l’adesione di chi fornisce (convivente/caregiver) assistenza continuativa al paziente. Il link è lo stesso delle altre adesioni: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino. I medici di medicina generale devono inserire sulla piattaforma telematica della Regione Campania le adesioni alla campagna vaccinale dedicata, come da protocollo del Ministero della Salute, per i pazienti di elevata fragilità (malattie respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, diabete, fibrosi cistica, insufficienza renale, malattia epatica, oncologica, trapiantati, HIV…)». Fanno eccezione le disabilità. Contestualmente «è previsto che gli appartenenti alla categoria di elevata fragilità, possono essere registrati e vaccinati dalle Aziende ospedaliere e i Centri regionali di riferimento che li hanno in ricovero e/o in cura per follow up».


Il Ministero
La sede che ospita il Ministero della Salute a Roma nel quartiere Eur

MONITORAGGIO FASE 2. REPORT SETTIMANALE ITALIANO. (Ministero della Salute). Diffuso dal Ministero della Salute il Report della settimana 12 – 18 luglio (dati aggiornati al 21 luglio 2021). LA SINTESI: «Raddoppia l’incidenza settimanale a livello nazionale con evidenza di forte aumento dei casi diagnosticati in quasi tutte le Regioni/PPAA. Aumenta in maniera molto significativa la trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2 nel Paese con quasi tutte le Regioni/PPAA classificate a rischio epidemico moderato. L’attuale impatto della malattia COVID-19 sui servizi ospedalieri presenta tassi di occupazione e numero di ricoverati in area medica e terapia intensiva sostanzialmente stabili. La trasmissibilità anche sui casi ospedalizzati è sopra la soglia epidemica. La circolazione della variante delta è in aumento in Italia ed è ormai prevalente. Questa variante sta portando ad un aumento dei casi in altri paesi con alta copertura vaccinale, pertanto è opportuno realizzare un capillare tracciamento e sequenziamento dei casi. Raggiungere una elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione è necessario per limitare in tempi brevi la circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti con maggior trasmissibilità. Sulla base dei dati e delle previsioni ECDC, della presenza di focolai causati dalla variante virale delta in Italia e delle attuali coperture vaccinali, è opportuno mantenere elevata l’attenzione, così come applicare e rispettare le misure necessarie per evitare un aumento della circolazione virale».


IL RAPPORTO REGIONALE. L’analisi dei dati relativi alla settimana 12 – 18 luglio (dati aggiornati al 21 luglio 2021). Fonte dati: Monitoraggio Fase 2 (DM Salute 30 aprile 2020): scarica il Rapporto CAMPANIA.


INFORMAZIONI DAL MINISTERO DELLA SALUTE SULLA APP IMMUNI | immuni.italia.it


FAQ DEL MINISTERO DELLA SALUTE: tutte le risposte alle domande sulla App Immuni | https://www.immuni.italia.it/faq.html


LEGGI ANCHE:

La Campania è zona bianca per tutti fino al 5 agosto. Poi Green Pass contro le restrizioni. Le regole

Vaccinazioni in camper ad Avellino durante il ‘bomba day’

Green pass obbligatorio per bar e ristoranti dal 6 agosto. Il decreto

«Campania immune entro ottobre», De Luca: scuola in presenza

Vaccinazione Covid col camper in Irpinia nei Comuni. Le tappe fino al 12 luglio

Vaccinazione Covid dai 12 anni in su in Campania per 3,2 milioni. Prenotazioni in corso: il link

Il Green pass per viaggiare all’estero e in Italia è in vigore

 

Vaccinazione Covid dai 50 anni in su: in Campania prenotazioni in corso. Il link

Smart card vaccinali Covid-19 in distribuzione in Irpinia presso i Comuni

Vaccino Covid-19 senza iniezione, brevetto della Nextbiomics di Napoli

Vaccinazione Covid dai 60 anni in su: in Campania prenotazioni in corso. Il link

Vaccinazione Covid per persone fragili: in Campania prenotazioni in corso. Le istruzioni

Curata con anticorpi monoclonali al Moscati: è la prima in Irpinia

Vaccino Reithera, al Moscati iniziata la sperimentazione sull’uomo

Vaccinazioni negli studi medici in Campania, c’è l’intesa

Isolata in Campania variante di coronavirus sconosciuta in Italia

Vaccini Covid a Napoli e in Campania per 720. Lo ha fatto anche De Luca: ora immunizzazione di massa

Medici di famiglia irpini contro il Covid sul territorio. Il protocollo

Tamponi in Campania nei laboratori privati, ecco dove: i 193 accreditati

Immunoglobuline iperimmuni contro il SARS-CoV2, Federico II e Cotugno lanciano l’Ipercovid

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI