Viadotto di Manocalzati ‘Montechiuppo’, interrogazione di Lonardo

La senatrice del Gruppo Misto ha chiesto l'intervento del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti per un'accelerazione dei lavori sull'Ofantina bis, paralizzata dalle lunghe code

«File interminabili di auto e camion sull’Ofantina nei pressi del viadotto di Manocalzati “Montechiuppo”, provocano enormi disagi ai cittadini e alle imprese dei distretti industriali dell’Alta Irpinia», scrive Sandra Lonardo, che questa mattina ha depositato stamani una interrogazione al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini.

La senatrice di Forza Italia, Sandra Lonardo

La senatrice intende «sapere quali iniziative ritenga di dover intraprendere al fine di consentire nel più breve lasso di tempo possibile l’ultimazione dei lavori e la riapertura della strada sul Viadotto di Manocalzati ‘Montechiuppo’ in entrambi i sensi di marcia». Sandra Lonardo è intervenuta «dopo aver ricevuto diverse sollecitazioni da alcuni amministratori locali e dalla segreteria provinciale di Noi Campani», si legge in una nota. «I lavori, iniziati a giugno del 2020, sono andati a rilento fino ad essere ormai fermi da diverse settimane, creando problemi enormi per i residenti dei paesi limitrofi e per il transito dei mezzi pesanti», ha scritto la senatrice nel proprio atto di sindacato ispettivo. «Il traffico veicolare procede in una sola corsia e il traffico è regolato da due semafori in quanto devono essere sostituite le barriere laterali che non sono a norma, e deve essere rifatta la pavimentazione oltre a interventi mirati sulla struttura», spiega Lonardo. La senatrice del gruppo misto ha chiesto, inoltre, al ministro Giovanni di «attivarsi presso l’Anas per verificare le ragioni per cui il cantiere è fermo da settimane e sollecitarne l’immediata riapertura” atteso che “il completamento dell’opera è ancora lontano».


LEGGI ANCHE

Positivi al coronavirus in Irpinia 0 in 24 ore (ma pochi tamponi). In Campania 95 casi e 5 morti. Le tabelle

La Campania è zona bianca. Mascherine all’aperto nei centri urbani, nelle piazze e in fila. Le regole

Variante Delta in Campania: monitoraggio per il contenimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI