Dante per tutti e le leggende medievali a Grottaminarda

Evento in programma alle ore 18 del 13 giugno presso il Caffè letterario del Castello d’Aquino in occasione delle celebrazioni del settimo centenario dalla morte del Sommo Poeta

Dante per tutti e le leggende medievali a Grottaminarda è in programma domenica 13 giugno alle ore 18.00 con la lettura commentata del Canto V dell’Inferno, dedicato a Paolo e Francesca. Il Canto dantesco sarà preceduto dalla lettura di una leggenda medievale del XIV secolo di un monaco tentato da un demone apparsogli nelle vesti di una fanciulla. La durata dell’incontro è di circa un’ora. La durata dell’incontro è di circa un’ora. La partecipazione all’evento avviene previa prenotazione telefonica al numero 334.947.46.73. Il costo del biglietto d’ingresso è di euro 5», fanno sapere gli organizzatori.

Dante per tutti e le leggende medievali a Grottaminarda. «Dante per tutti», il logo

L’INIZIATIVA. «Dopo la lunga sospensione dovuta all’emergenza sanitaria, Dante per tutti torna al Caffè letterario del Castello d’Aquino di Grottaminarda in occasione delle celebrazioni del settimo centenario dalla morte del Sommo Poeta», fanno sapere i promotori. «La rassegna di letture dantesche e di leggende medievali, che da sei anni è appuntamento fisso per centinaia di persone nel centro storico della Capitale, riparte inaugurando un nuovo ciclo di incontri nella suggestiva cornice offerta dal Castello d’Aquino di Grottaminarda. Dante per tutti è una iniziativa ideata e curata da Luca Maria Spagnuolo, storico dell’arte avellinese. Ogni incontro prevede la lettura e il commento di un Canto dantesco, la cui tematica è correlata a un approfondimento sulla cultura, il teatro e la letteratura medievali. Vengono infatti proposte leggende databili tra il XIV e il XV secolo, lette e discusse nella loro versione originale in volgare italiano: frammenti di leggende di Santi e diavoli e brani provenienti dal repertorio giullaresco medievale.

I RARI TESTI PREZIOSI, TRASCRITTI DALLO STORICO LUCA MARIA SPAGNUOLO. Tutti i testi provengono da manoscritti e incunaboli non editi o di difficile reperibilità, trascritti da Luca Maria Spagnuolo presso alcune delle più importanti biblioteche e istituti. Seppur antichi, questi brani costituiscono un’innovativa risorsa: un patrimonio non più solo per specialisti e studiosi ma finalmente restituito al pubblico.

Dante per tutti e le leggende medievali a Grottaminarda

IL PROGRAMMA È INIZIATO IL 30 MAGGIO. In occasione delle celebrazioni per il centenario della morte di Dante Alighieri, il Castello d’Aquino ha programmato una serie di incontri danteschi, il primo dei quali si è svolto domenica 30 maggio con la lettura commentata del Canto I dell’Inferno: l’incontro tra Dante e Virgilio nella selva oscura. Per facilitare la fruizione sono stati proiettati i testi e le opere d’arte.


LEGGI ANCHE:

La Campania è zona gialla fino al 23 maggio. Decreto: coprifuoco alle 23 fino al 6 giugno. Le regole

Positivi al coronavirus in Irpinia 26 (con tamponi dimezzati): l’elenco. In Campania: 649 casi e 40 morti

Vaccinazione Covid dai 40 anni in su: in Campania via alle prenotazioni. Il link

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI