Coronavirus in Irpinia, nuovo balzo: 124 casi, di cui: 21 a Montella, 13 a Caposele e 8 a Solofra e Avella

AGGIORNAMENTO DI ASL E MOSCATI. IN CAMPANIA: 1.109 CASI E 29 MORTI. La situazione dell'epidemia sul territorio provinciale, dove il virus si ferma nell'area urbana intorno al capoluogo ma accelera in Alta Irpinia (+57). Campagna vaccinale, prime dosi ai detenuti. La mappa del contagio nelle 5 province

Un reparto dell'Ospedale di Avellino, l'Azienda San Giuseppe Moscati

I positivi al coronavirus in Irpinia salgono a 18.993 da marzo 2020 per 124 nuovi casi. L’Asl ha fornito i riferimenti geografici dei nuovi positivi trovati su 1.108 tamponi esaminati. Nel dettaglio, riguardano persone residenti: 1 ad Aiello del Sabato; 3 ad Ariano Irpino; 8 ad Avella; 1 ad Avellino; 1 a Baiano; 4 a Bisaccia; 1 a Calabritto; 2 a Calitri; 13 a Caposele; 1 a Cassano Irpino; 1 a Cervinara; 3 a Grottaminarda; 1 a Lioni; 1 a Marzano di Nola; 5 a Melito Irpino; 5 a Mirabella Eclano; 2 a Montecalvo irpino; 21 a Montella; 2 a Montemarano; 3 a Monteverde; 7 a Montoro; 1 a Morra De Sanctis; 2 a Moschiano; 5 a Mugnano del Cardinale; 2 a Nusco; 1 a Pago del Vallo di Lauro; 1 a Rocca San Felice; 1 a Roccabascerana; 2 a Santa Lucia di Serino; 5 a Sant’Angelo dei Lombardi; 1 a Savignano Irpino; 2 a Serino; 8 a Solofra; 2 a Sturno; 2 a Torella dei Lombardi; 1 a Vallesaccarda; 2 a Villanova del Battista. In 31 giorni il nuovo coronavirus in Irpinia ha prodotto 2.684 positivi (con una media quotidiana di 87). Nelle ultime 24 ore sono stati colpiti 37 Comuni su 118. Si registra un balzo dei casi in Alta Irpinia con 57 diagnosi in 13 Comuni, 21 delle quali a Montella e 13 a Caposele (132 in 8 giorni). Avanza l’epidemia nel Serinese Montorese Solofrano con 19 casi, mentre quasi si ferma nell’area urbana del capoluogo dove si conta 1 contagiato in più (1.180 tra Avellino, Mercogliano, Monteforte e Atripalda in 68 giorni). Spicca il balzo di Avella con 8 positivi e la ripresa di Ariano Irpino con 3. In Campania i nuovi positivi 1.109 con 29 decessi. La regione è nella fascia gialla fino al 16 maggio, ma l’attenzione è al momento soprattutto sulla campagna vaccinale. Fino a mercoledì mattina nei due maggiori hub napoletani, a Capodichino e alla Mostra d’Oltremare, le somministrazioni subiscono uno stop imprevisto per l’esaurimento del vaccino Pfizer.

Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino

MORTO IERI UN 73ENNE DI CAPRIGLIA. NEGLI OSPEDALI SONO RICOVERATI 95 PAZIENTI, 8 IN TERAPIA INTENSIVAÈ deceduto ieri mattina, nella terapia intensiva del Covid Hospital dell’Azienda Moscati, un paziente di 73 anni di Capriglia Irpina, ricoverato dal 13 aprile e in terapia intensiva dal 26. È la quarta vittima nelle ultime 48 ore. Negli ospedali sono 95 i pazienti degenti per coronavirus in Irpinia, 8 dei quali in terapia intensiva. Nelle aree Covid dell’Azienda Moscati risultano ricoverati 58 pazienti: 4 in terapia intensiva, 34 nelle aree verde e gialla del Covid Hospital, 8 nell’Unità operativa di Medicina d’Urgenza, 8 nell’Unità operativa di Malattie Infettive e 4 nel plesso ospedaliero di Solofra. Nel Presidio ospedaliero di Ariano Irpino sono ricoverati 37 pazienti, di cui 4 in terapia intensiva, 23 in Area Covid e 11 in Medicina Covid.

POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA E NELLE ALTRE PROVINCE CAMPANE – AGGIORNAMENTO ORE 17. Il Dipartimento della Protezione Civile ha diffuso alle ore 17 l’aggiornamento relativo ai casi positivi al coronavirus in Irpinia e nelle province della Campania. I dati: a Napoli 238.138 (+598), a Salerno 65.299 (+132), a Caserta 63.369 (+169), ad Avellino 18.993 (+27), a Benevento 11.945 (+16). Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

Bollettino Covid-19 del 10 maggio 2021 alle ore 18 diffuso dal Ministero della Salute. Lo stralcio dei casi in Campania per province

I CASI POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA DALL’INIZIO DELL’EPIDEMIA. I positivi al coronavirus in Irpinia sono 18.993, secondo il riepilogo diffuso dal Ministero della Salute elaborato su dati della Protezione Civile. Il dato si riferisce ai casi di coronavirus in Irpinia da marzo.  Ecco la mappa dei positivi al coronavirus in Irpinia segnalati dai rapporti Asl (casi attivi, guariti e morti dal marzo 2020): Aiello del Sabato (154), Altavilla Irpina (150), Andretta (26), Ariano Irpino (910), Aquilonia (43), Atripalda (538), Avella (675), Avellino (2.221), Bagnoli Irpino (81), Baiano (252), Bisaccia (74),  Bonito (79),  Cairano (8),  Calabritto (33), Calitri (204),  Candida (47), Caposele (67),  Capriglia  (105), Carife (40), Casalbore (37), Cassano Irpino (30), Castel Baronia (32), Castelfranci (39), Castelvetere sul Calore (9),  Cervinara  (395), Cesinali (147), Chianche (10),  Chiusano San Domenico (93), Contrada (203), Conza della Campania (15), Domicella (119),  Flumeri (126), Fontanarosa (117), Forino (329), Frigento (140), Gesualdo (198), Greci (26),  Grottaminarda (373), Grottolella (56),  Guardia Lombardi (23), Lacedonia (31), Lapio (37), Lauro (251),  Lioni (198), Luogosano (6),  Manocalzati (133), Marzano di Nola (123), Melito Irpino (72),  Mercogliano (515), Mirabella Eclano (316), Montaguto (6),  Montecalvo Irpino (87), Montefalcione (170),  Monteforte Irpino (488), Montefredane (77), Montefusco (45), Montella (231), Montemarano (101), Montemiletto (233), Monteverde (38), Montoro (1.225), Morra De Sanctis (21),  Moschiano (116),  Mugnano del Cardinale (324), Nusco (159), Ospedaletto d’Alpinolo (103), Pago Vallo Lauro (149), Parolise (28),  Paternopoli  (36), Petruro Irpino (3), Pietradefusi (70), Pietrastornina (36), Prata Principato Ultra (83), Pratola Serra (122), Quadrelle  (94), Quindici (138),  Roccabascerana (138), Rocca San Felice (25), Rotondi (190), Salza Irpina (37), San Mango sul Calore (22), San Martino Valle Caudina  (234), San Michele di Serino (104), San Nicola Baronia (45), San Potito Ultra (67), San Sossio Baronia (65), Sant’Andrea di Conza (25), Sant’Angelo al Scala (148),  Sant’Angelo all’Esca (24),  Sant’Angelo dei Lombardi (108), Santa Lucia di Serino (141), Santa Paolina (58), Santo Stefano del Sole (91), Savignano Irpino (44), Scampitella  (62),  Senerchia (49), Serino (461), Sirignano (197), Solofra (574), Sorbo Serpico (23), Sperone (259), Sturno (135), Summonte  (56), Taurano (56), Taurasi  (42), Teora (10), Torella dei Lombardi (36), Torre Le Nocelle (94), Torrioni (19),  Trevico (28),  Tufo (20),  Vallata (117), Vallesaccarda  (43), Venticano (80), Villamaina (63),  Villanova del Battista (96), Volturara Irpina (106), Zungoli (23).

Coronavirus, test in Campania al Cotugno. Nella foto: l’ingresso all’Ospedale Cotugno

IN CAMPANIA 1.109 POSITIVI (13.883 NEGLI ULTIMI 10 GIORNI) CON 29 MORTI. In Campania i positivi al Covid-19 salgono a 405.307 totali per 1.109 nuovi casi su 16.351 tamponi molecolari esaminati in laboratorio (cui si aggiungono 7.367 antigenici), 4.543.672 dall’inizio della pandemia. Tra i nuovi positivi, 337 presentano sintomi evidenti, mentre 772 risultano asintomatici. Negli ultimi dieci giorni sono stati registrati dall’Unità di crisi 13.883 casi. L’unità di crisi ha comunicato 29 morti per coronavirus in Campania, 18 dei quali nelle 48 ore. Il totale è di 6.719 persone decedute dal marzo 2020. Negli ultimi 47 giorni sono stati accertati complessivamente 1.796 decessi causati dal Covid-19. Negli ospedali sono 111 i ricoverati in terapia intensiva, 2 in meno rispetto al giorno precedente. Sulla dotazione complessiva di 656 posti letto la disponibilità è di 545 sull’intera rete ospedaliera. In calo anche il numero dei ricoverati nei reparti ospedalieri dedicati al Covid: sono 1.353 i pazienti degenti, 12 in meno rispetto al giorno precedente. La riserva è di 1.807 posti letto sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate.

In Campania i positivi al Covid-19 nell’aggiornamento fatto dalla Unità di Crisi della Regione Campania alle ore 17,00 di oggi 11 maggio 2021

LA SITUAZIONE CLINICA: RIEPILOGO. L’Unità di crisi ha comunicato 29 vittime (18 deceduti nelle ultime 48 ore e 11 in precedenza, ma registrati ieri). Sale a 6.719 il numero totale dei morti per il coronavirus in Campania dall’inizio dell’epidemia. Sono state dichiarate guarite 2.390 persone nelle 24 ore, per un totale di 316.423. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio regionale, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute alle ore 17, i pazienti ricoverati con sintomi in Campania sono 1.353 (-12) in terapia intensiva 111 (-2), mentre 83.106 (-1.018) si trovano in isolamento domiciliare. I casi attualmente positivi, cioé detratti i guariti e i deceduti, sono 84.584 (-1.007) contro 405.307 casi totali dall’inizio della pandemia.

VACCINAZIONI ANTI COVID-19 IN CAMPANIA (AGGIORNAMENTO DELL’11 MAGGIO ALLE ORE 12): SOMMINISTRATE 2.196.284 DI DOSIL’Unità di crisi ha comunicato i dati delle vaccinazioni in Campania aggiornati alle ore 12 dell’11 maggio 2021. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 2.196.284. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 1.592.488 cittadini. Di questi 603.796 hanno ricevuto la seconda dose.

Bollettino relativo alle vaccinazioni anti-Covid-19 in Campania dell’11 maggio 2021 diffuso dall’Unità di crisi Regione Campania

CAMPAGNA ANTI COVID NELLE CARCERI IRPINE, VACCINATI 272 DETENUTI. È partita la Campagna Vaccinale anti-covid per i 757  detenuti delle Case Circondariali irpine. Ad oggi sono 272 le vaccinazioni già effettuate dall’Asl di Avellino presso gli Istituti penitenziari di Ariano Irpino e Avellino. A seguire è stata prevista per oggi la vaccinazione  dei detenuti della Casa Circondariale di Sant’Angelo dei Lombardi e, per venerdì 14 maggio 2021, delle detenute dell’ICAM di Lauro.

Il punto vaccinale Covid di Montella

VACCINAZIONI CORONAVIRUS IN IRPINIA: 3.813 DOSI SOMMINISTRATE IL 10 MAGGIO. Nella giornata del 10 maggio sono state somministrate presso i Centri Vaccinali anti-covid dell’Asl di Avellino 3.813 dosi di vaccino così suddivise: 94 a Monteforte Irpino; 137 a Mirabella Eclano; 120 a Sant’Angelo dei Lombardi; 126 presso il Centro Vaccinale di Montemarano; 337 presso il Centro Vaccinale di Avellino; 111 a Montoro; 170 a Solofra; 207 presso il Centro Vaccinale Vita di Ariano Irpino; 221 a Vallata; 120 a Atripalda; 168 a Flumeri; 116 a Moschiano; 156 a Cervinara; 216 presso il Centro Vaccinale di Ariano Palazzetto dello Sport; 199 a Montefalcione; 222 a Grottaminarda; 96 a Mercogliano; 82 ad Altavilla Irpina; 121 a Mugnano del Cardinale; 222 a Montella; 118 a Bisaccia; 166 a Lioni; 40 a domicilio; 87 presso residenze sanitarie; 161 drive through.

La Prefettura di Napoli

CAMPANIA NELLA FASCIA GIALLA FINO AL 16 MAGGIO. LE REGOLE. La Campania è nella fascia gialla fino al 16 maggio. Mobilità libera nelle province e nelle regioni italiane ricomprese nella zona gialla. Vietato recarsi in regioni sottoposte alle restrizioni della fascia rossa o arancione, salvo per ragioni di studio, lavoro o salute e per chi è in possesso della certificazione verde (leggi la Circolare Viminale del 24 aprile 2021). Coprifuoco sanitario dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Sono aperti bar e ristoranti, con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, a pranzo e a cena, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti in vigore. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Negozi al dettaglio aperti. Sono consentite le attività nei centri sportivi e lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Chiusi palestre, attività di sale giochi. La scuola in Campania attua la didattica in presenza nella primaria e alle medie. Attivi i servizi per l’infanzia e gli asili. Anche gli studenti delle secondarie di secondo grado, le superiori, sono tornati in classe. I dirigenti scolastici stabiliscono in ciascun istituto la quota di didattica in presenza, scegliendo tra il 70 e il 100%. Fino al 31 luglio le attività delle Università si svolgono prioritariamente in presenza.

SI PUÒ ENTRARE NELLE RSA PER VISITARE I FAMILIARI OSPITI. L’ORDINANZA MINISTERIALE. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l’Ordinanza che permette la visita di familiari e visitatori in tutte le strutture residenziali sanitarie e socio-sanitarie nel rispetto delle indicazione formulate nel documento “Modalità di accesso/uscita di ospiti e visitatori presso le strutture residenziali della rete territoriale”, elaborato con Regioni e Comitato tecnico scientifico. «È ancora necessario mantenere la massima attenzione e rispettare le regole e i protocolli previsti, ma condividiamo la gioia di chi potrà finalmente rivedere i propri cari dopo la distanza indispensabile per proteggerli», ha dichiarato il Ministro, presentando il provvedimento. Consulta l’Ordinanza 8 maggio 2021 e le Modalità di accesso/uscita di ospiti e visitatori presso le strutture residenziali della rete territoriale.

L’Asl di Avellino. Nella foto gli uffici direzionali di via degli Imbimbo nel capoluogo irpino

SMART CARD VACCINALE IN DISTRIBUZIONE IN IRPINIA. UN SMS AVVISA PER IL RITIRO. L’Asl di Avellino ha avviato la distribuzione delle Card Vaccinali presso i Comuni con l’ausilio della Protezione Civile. Le smart card vaccinali Covid-19 devono essere ritirate presso il Comune di appartenenza. I cittadini interessati vengono avvisati «tramite servizio sms della disponibilità della propria card così da provvedere al ritiro», si legge in una nota dell’Azienda Sanitaria Locale. I cittadini in possesso di certificazione/Smart card, attestante il completamento della vaccinazione, potranno fruire liberamente dei servizi turistici, alberghieri, wedding, trasporti, spettacoli, fermo restando l’uso delle mascherine. L’ordinanza stabilisce, inoltre, la possibilità per i familiari degli ospiti l’accesso alle residenze per anziani. L’Unità di Crisi regionale sta predisponendo le regole di prevenzione (Leggi l’ordinanza n.17 del 6 maggio 2021, che prende atto delle linee guida per la ripresa approvate dalla Conferenza delle Regioni).

IN ITALIA (DATO DEL 10 MAGGIO ALLE 17). I POSITIVI SONO 356.085. I GUARITI SONO 3.619.586 E I DECEDUTI 122.031. OGGI 5.080 CASI IN PIÙ. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 4.116.287 ma al momento sono 373.670 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 3.619.586. I pazienti ricoverati con sintomi sono 15.427, in terapia intensiva 2.158 (80 i nuovi ingressi nelle 24 ore), mentre 356.085 si trovano in isolamento domiciliare. I deceduti sono 123.031, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. L’incremento dei casi totali è di +5.080.

In Campania i positivi al Covid-19 nell’aggiornamento fatto dalla Unità di Crisi della Regione Campania alle ore 17,00 di oggi 10 maggio 2021

VACCINAZIONI, I CITTADINI TRA 50 E 59 ANNI DI ETÀ POSSONO PRENOTARE. In Campania i cittadini possono prenotare la vaccinazione anti-Covid per la popolazione ricompresa da 50 anni in su. Per l’adesione degli ultra50enni il link è: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino. Proseguono le prenotazioni anche per le altre categorie, in particolare per ultra60enni e ultra70enni.

DISABILITÀ, ADESIONE DIRETTA “ON LINE” PER PRENOTARE IL VACCINO. È aperta la piattaforma regionale dedicata alle adesioni, in via telematica, alle vaccinazioni riservate ai pazienti fragili inseriti dal Ministero nella Tabella 2 della Categoria 1, relativa alla disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica, ai sensi della legge 104/1992, art.3 comma 3. L’adesione potrà essere registrata in forma diretta, senza rivolgersi ai medici di medicina generale. È prevista anche l’adesione di chi fornisce (convivente/caregiver) assistenza continuativa al paziente. Il link è lo stesso delle altre adesioni: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino.

PAZIENTI FRAGILI, «I MEDICI DEVONO PRENOTARE SULLA PIATTAFORMA GLI ASSISTITI». CONTINUA LA PRENOTAZIONE DEGLI OVER 70 E DEI DOCENTI FUORI SEDE. Dal 17 marzo i medici di medicina generale devono inserire sulla piattaforma telematica della Regione Campania le adesioni alla campagna vaccinale dedicata, come da protocollo del Ministero della Salute, ai pazienti di elevata fragilità (malattie respiratorie, cardiocircolatorie, neurologiche, diabete, fibrosi cistica, insufficienza renale, malattia epatica, oncologica, trapiantati, HIV…)». Fanno eccezione le disabilità. Contestualmente «è previsto che gli appartenenti alla categoria di elevata fragilità, possono essere registrati e vaccinati dalle Aziende ospedaliere e i Centri regionali di riferimento che li hanno in ricovero e/o in cura per follow up». In Campania i cittadini possono prenotare anche la vaccinazione anti-Covid per la popolazione con oltre 70 anni di età. Il link per registrarsi è sempre: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino. È possibile visionare e stampare l’attestato di vaccinazione al seguente link: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/info/cittadino.


Il Rapporto

Report Vaccini Anti COVID-19 – Commissario dell’Emergenza e del Ministero della Salute

VACCINAZIONI ANTI COVID IN ITALIA: DATO DELL’11 MAGGIO: ORE 06.13. DOSI SOMMINISTRATE: 24.502.646– IMMUNIZZATI AL NUOVO CORONAVIRUS (CON SECONDA DOSE): 7.561.566. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla vaccinazione contro il nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, le persone a cui è stato somministrato il vaccino in Italia sono 24.502.646 (87,8% delle 27.391.650 dosi disponibili a partire dal 31 dicembre 2020). Sono 7.561.566 le persone che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose di vaccino.


Per informazioni sul coronavirus in Irpinia, in Campania e in Italia consultare i link: Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ del Ministero Salute: clicca qui Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS): clicca qui).


Il Ministero
La sede che ospita il Ministero della Salute a Roma nel quartiere Eur

MONITORAGGIO FASE 2. REPORT SETTIMANALE ITALIANO. (Ministero della Salute). Diffuso dal Ministero della Salute il Report della settimana 25 aprile – 2 maggio (dati aggiornati al 5 maggio 2021). LA SINTESI: «L’incidenza è in lenta diminuzione ma ancora elevata per consentire sull’intero territorio nazionale una gestione basata sul contenimento ovvero sull’identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti. Di conseguenza, è necessario continuare a ridurre il numero di casi anche attraverso le misure di mitigazione volte a ridurre la possibilità di aggregazione interpersonale e proseguire la campagna vaccinale per raggiungere rapidamente elevate coperture nella popolazione. La pressione sui servizi ospedalieri è in diminuzione sebbene rimanga ancora oltre la soglia critica in alcune Regioni/PA. Si osserva per la seconda settimana consecutiva un lieve aumento della stima dell’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici, che tuttavia rimane al di sotto della soglia epidemica. La ormai prevalente circolazione in Italia della variante B.1.1.7 (nota come variante inglese) e la presenza di altre varianti che possono eludere parzialmente la risposta immunitaria, richiede di continuare a mantenere particolare cautela e gradualità nella gestione dell’epidemia».

IL RAPPORTO REGIONALE. L’analisi dei dati relativi alla settimana 25 aprile – 2 maggio (dati aggiornati al 5 maggio 2021). Fonte dati: Monitoraggio Fase 2 (DM Salute 30 aprile 2020): scarica il Rapporto CAMPANIA.


INFORMAZIONI DAL MINISTERO DELLA SALUTE SULLA APP IMMUNI | immuni.italia.it


FAQ DEL MINISTERO DELLA SALUTE: tutte le risposte alle domande sulla App Immuni | https://www.immuni.italia.it/faq.html


LEGGI ANCHE:

Vaccinazione Covid dai 50 anni in su: in Campania prenotazioni in corso. Il link

La Campania è zona gialla dal 26 aprile. Mobilità tra le regioni e ristoranti all’aperto. Le regole

Smart card vaccinali Covid-19, distribuzione avviata in Irpinia

Vaccino Covid-19 senza iniezione, brevetto della Nextbiomics di Napoli

Decreto Riaperture, piena mobilità per gli immunizzati. Ristoranti, cinema e sport: le regole dal 26 aprile

Vaccinazione Covid dai 60 anni in su: in Campania prenotazioni in corso. Il link

Vaccinazione Covid per persone fragili: in Campania prenotazioni in corso. Le istruzioni

Curata con anticorpi monoclonali al Moscati: è la prima in Irpinia

Vaccino Reithera, al Moscati iniziata la sperimentazione sull’uomo

Vaccinazione Covid dai 70 anni in su: in Campania via alle prenotazioni. Il link

Vaccinazioni negli studi medici in Campania, c’è l’intesa

Piano Vaccinale anti nSARS-CoV2 dai Medici di famiglia per 242mila irpini

 

Isolata in Campania variante di coronavirus sconosciuta in Italia

Vaccini Covid a Napoli e in Campania per 720. Lo ha fatto anche De Luca: ora immunizzazione di massa

Medici di famiglia irpini contro il Covid sul territorio. Il protocollo

Tamponi in Campania nei laboratori privati, ecco dove: i 193 accreditati

Immunoglobuline iperimmuni contro il SARS-CoV2, Federico II e Cotugno lanciano l’Ipercovid

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI