Vaccinazioni ai pazienti domiciliari in Irpinia: 18 team, 2 Drive-trough

OLTRE ALLA CASERMA BERARDI PER I NON DEAMBULANTI DAL 19 APRILE NUOVA STRUTTURA A STURNO. L'Asl di Avellino potenzia la somministrazione a casa dei vaccini alle persone rientranti nell'ADI e per i non deambulanti: gli over 80, disabili e fragili che non possono recarsi nelle strutture abilitate

Team dell'Asl per le vaccinazioni ai pazienti domiciliari in Irpinia rientranti nel programma ADI. Nella foto: il Distretto di Monteforte

Proseguono dal 31 marzo le vaccinazioni ai pazienti domiciliari in Irpinia. Sono 1500 le persone interessate al programma, elaborato per i pazienti assistiti dall’Asl di Avellino, nell’ambito dell’ADI, l’Assistenza Domiciliare Integrata. Ricevono presso la propria abitazione il vaccino anti-covid. Per realizzare la Campagna Vaccinale a domicilio sono stati impiegati dal 31 marzo 6 team vaccinali mobili, composti da medici, infermieri e amministrativi. Ad ogni team corrisponde uno dei 6 Distretti Sanitari dell’Asl. Si parte oggi dai pazienti in ADI afferenti al Distretto Sanitario di Avellino. L’Asl ha annunciato in queste ore che il servizio è stato potenziato. «Al fine di completare la Campagna vaccinale dei soggetti over 80, disabili e fragili non deambulanti, garantendo parallelamente la somministrazione della seconda dose di vaccino per i soggetti aventi diritto che hanno già ricevuto la somministrazione della prima dose, l’Asl di Avellino ha disposto il potenziamento dei team mobili impegnati nella vaccinazione domiciliare, con l’attivazione da lunedì, 19 aprile 2021, di ulteriore 12 team mobili, oltre ai 6 già attivi per la vaccinazione dei soggetti in ADI, che opereranno dalle ore 8.00 alle ore 20.00».

La Caserma ‘Berardi’ di Avellino

DAL 6 APRILE VACCINAZIONI “DRIVE TROUGH” ALLA CASERMA BERARDI DI AVELLINO PER I NON DEAMBULANTI. Oltre alle vaccinazioni ai pazienti domiciliari in Irpinia sono in corso anche quelle per i non deambulanti. Dal 6 aprile è attivo presso la Caserma Berardi di Avellino un servizio per la somministrazione del vaccino con il metodo ‘Drive through’ per le persone ‘non deambulanti’. I pazienti registrati sulla piattaforma regionale come non deambulanti, appunto, possono essere accompagnati in auto o un altro mezzo di trasporto, dal quale ricevere l’iniezione vaccinale. «L’obiettivo è completare al più presto la vaccinazione di anziani, soggetti fragili e disabili». Il centro vaccinale della Berardi si aggiunge ai 22 Centri Vaccinali territoriali già attivi.

DAL 19 APRILE ATTIVO ANCHE IL SERVIZIO DI VACCINAZIONE A DOMICILIO E DRIVE THROUGH A STURNO. L’Asl di Avellino informa che «per gli over 80, disabili e fragili, non deambulanti trasportabili è stato attivato un Drive through, in collaborazione con l’Esercito, per la vaccinazione in modalità drive-in. Dopo aver completato le convocazioni dei soggetti aventi diritto presso la Caserma Berardi di Avellino, il Drive through sarà attivo da lunedì 19 aprile dalle ore 8.00 alle ore 20.00 presso il comune di Sturno e, a seguire, nel comune di Lioni e nell’area del Mandamento. Nella giornata di oggi, 17 aprile 2021, inoltre, saranno attivi per le vaccinazioni Covid in Irpinia i Centri di: Altavilla Irpina; Vita ad Ariano Irpino; Avellino; Lioni; Grottaminarda; Montefalcione; Monteforte Irpino; Montella; Montemarano; Montoro; Sant’Angelo dei Lombardi; Vallata. «L’obiettivo è completare la vaccinazione di over 80 fragili e disabili non deambulanti, così come disposto dal Piano Vaccinale».

Vaccini anti Covid-19. La campagna informativa promossa dal Ministero della Salute

LA REGIONE DEVE VACCINARE ANCHE I NON RESIDENTI SE HANNO IL DOMICILIO IN CAMPANIA. D’ora in avanti basterà il domicilio per ottenere la somministrazione del vaccino. Il Commissario straordinario per l’Emergenza Covid-19, Generale Francesco Paolo Figliuolo, ha firmato oggi 30 marzo una nuova ordinanza. Stabilisce che «in attuazione del Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione da SARS-CoV-2, ciascuna Regione o Provincia Autonoma proceda alla vaccinazione non solo della popolazione ivi residente ma anche di quella domiciliata nel territorio regionale per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato e comprovato motivo che» vi «imponga una presenza continuativa», si legge nella Ordinanza del Commissario per l’Emergenza Covid-19 N. 3/2021.


LEGGI ANCHE:

Positivi al coronavirus in Irpinia 100: l’elenco. Al Moscati 3 morti in 24 ore. In Campania 1.573 casi e 64 decessi

La Campania è zona rossa fino al 5 aprile. Dopo Pasqua scuole aperte fino alla prima media. Le regole

Vaccinazione Covid per persone fragili: in Campania prenotazioni in corso. Le istruzioni

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI