“Elettrificazione della linea Salerno-Avellino conclusa in autunno”

L'annuncio del presidente della Commissione Viabilità e Trasporti della Regione Campania Luca Cascone. Entro la fine dell'anno la tratta sarà in esercizio

L’elettrificazione della linea Salerno-Avellino sarà conclusa in autunno. “Proseguono i lavori di riassetto della linea ferroviaria Salerno-Avellino – finanziati dalla Regione Campania con 220 milioni di euro – secondo i tempi previsti dal cronoprogramma: si prevede di concludere le opere tra l’estate e l’autunno ed entro la fine del 2021 la linea potrà essere attiva a pieno regime”. Lo ha annunciato il presidente della Commissione Viabilità e Trasporti della Regione Campania Luca Cascone sulla sua pagina social.

L’elettrificazione della linea Salerno-Avellino è in corso

L’opera è particolarmente attesa in Irpinia e nell’area vasta avellinese, dove si punta a rilanciare la stazione di Borgo Ferrovia e a portare a regime il trasporto su ferro per migliaia di pendolari, studenti che ogni giorno raggiungono il polo universitario di Fisciano, ma anche persone pronte a spostarsi per lo shopping, la cultura, i servizi e il turismo. La realizzazione dei lavori di elettrificazione Salerno- Avellino consentirà lo sviluppo di tutte le realtà urbane e produttive che si affacciano sul tracciato. Senza contare l’opportunità di raggiungere l’alta velocità ferroviaria a Salerno sull’asse Napoli-Milano. Con quest’opera si favorirà una mobilità ecologica su vasta scala, rispettandol le direttive annunciate dal Piano di transizione improntata al Green che guarda ad una riduzione delle emissioni nocive.

UNA NUOVA CENTRALITÀ PER AVELLINO. Per la città di Avellino si tratta di un grande passo in avanti atteso da anni per recuperare centralità lungo la direttrice che conduce le Aree Interne al mare. L’opera di elettrificazione Salerno-Avellino si conclude a Benevento. Infatti già dallo scorso dicembre sono state chiuse le stazioni che insistono sull’intero tracciato di 63 km circa. Ma soprattutto attende con impazienza il quartiere di Borgo Ferrovia, in attesa de decenni di una rinascita urbana e sociale. I lavori di elettrificazione infatti per la prima volta rendono protagonista il capoluogo irpino, con il coinvolgimento diretto di almeno 10 stazioni e nuove potenziali. Ora toccherà agli amministratori trasformare il disegno della fermata all’ospedale Di Solofra in realtà, e costruire servizi per implementare le corse. Borgo Ferrovia si prepara a diventare nuovo baricentro cittadino, hub del trasporto pubblico locale e meta di studenti universitari di tutta la provincia.

GRUPPO FS ITALIANE E COMUNE DI AVELLINO: «ACCORDO PER VALORIZZARE AREE URBANE FAVORENDO MOBILITÀ E TURISMO». In vista della elettrificazione della linea Salerno-Avellino, recentemente il Gruppo Fs italiane e il Comune di Avellino hanno concordato una iniziativa per il rilancio della stazione di Avellino e di Borgo Ferrovia con interventi di recupero e rigenerazione urbani, dotazione di nuovi servizi, collegamento della mobilità ferroviaria e su gomma al servizio della città e della provincia, dando centralità a quelli che saranno i quartieri ferroviari avellinesi, realizzando funzioni di portata sociale. Tra questi, la realizzazione di una casa dello studente, ma soprattutto la costruzione di un grande parco urbano con piste ciclabili e percorsi pedonali, in modo da riammogliare via Francesco Tedesco e Borgo Ferrovia con il centro storico e con il cuore commerciale del capoluogo.


LEGGI ANCHE:

La Campania è zona rossa fino al 18 aprile. Decreto: dal 7 aprile scuole aperte fino alla prima media. Le regole

Vaccino AstraZeneca, De Luca: il Governo chiarisca ad horas

Vaccinazione Covid per persone fragili: in Campania prenotazioni in corso. Le istruzioni

Positivi al coronavirus in Irpinia 93: l’elenco (pochi tamponi). Morto 74enne di Serino. In Campania 846 casi e 62 decessi

 

 

ARTICOLI CORRELATI