Coronavirus in Irpinia: 107 casi, con un’impennata ad Ariano: +23. Negli ospedali 4 morti in 24 ore

AGGIORNAMENTO DI ASL E UNITÀ DI CRISI. IN CAMPANIA: 1.644 CASI (SU UN TERZO DEI TAMPONI) E 41 MORTI. ZONA ROSSA FINO AL 21 MARZO. IL VACCINO ITALIANO DI REITHERA SI SPERIMENTA SULL’UOMO AL MOSCATI. La situazione dell'epidemia sul territorio provinciale dove negli ultimi 7 giorni sono stati riscontrati 813 positivi. L'Italia ha superato le 100mila vittime in un anno. La mappa dell'infezione nelle 5 province

Un reparto dell'Ospedale di Avellino, l'Azienda San Giuseppe Moscati

I positivi al coronavirus in Irpinia salgono a 12.684 da marzo per 107 nuovi casi nelle ultime 24 ore. L’Asl ha fornito i riferimenti geografici dei nuovi positivi trovati su 884 tamponi esaminati. Nel dettaglio, riguardano persone residenti: 2 ad Aiello del Sabato; 23 ad Ariano Irpino; 3 a Atripalda; 1 ad Avella; 7 ad Avellino; 1 a Cairano; 4 a Calitri; 3 a Castelfranci; 1 a Cesinali; 2 a Contrada; 4 a Forino; 2 a Gesualdo; 4 a Grottaminarda; 2 a Lioni; 6 a Mercogliano; 1 a Montaguto; 4 a Monteforte Irpino; 1 a Montefusco; 9 a Montella; 7 a Montemarano; 4 a Montoro; 1 a Santa Lucia di Serino; 3 a Santo Stefano del Sole; 1 a Sirignano; 2 a Sturno; 1 a Torre Le Nocelle; 3 a Vallata; 5 a Villanova del Battista. Nonostante il numero di tamponi esaminati siano circa la metà rispetto a quelli processati nei giorni precedenti, il nuovo contagio si conferma sugli stessi livelli. Con questo aggiornamento, sono 813 i casi riscontrati negli ultimi 7 giorni, 1.410 negli 11 precedenti. Impennata come non si vedeva da tempo ad Ariano Irpino, ma cresce ancora il contagio a Calitri, dove sono 105 i positivi contati negli ultimi 9 giorni. In Campania sono stati registrati 1.466 nuovi casi (ma su un terzo dei tamponi abituali) con 41 morti accertati. È in vigore l’ordinanza che dispone per 15 giorni la zona rossa in Campania (scarica il documento). Si allungano i tempi per la didattica a distanza, in base a quanto stabilito dal nuovo Dpcm, che prevede la automatica chiusura delle scuole nelle zone rosse. Intanto, il governo è al lavoro su un nuovo Dpcm, con possibili restrizioni nazionali da applicare nei week end, fino a quando, ma auspicabilmente dal prossimo mese di aprile, non sarà possibile avviare nel Paese la vaccinazione di massa. In Italia sono stati registrati 13.902 casi con 318 morti, che portano il totale da marzo oltre quota 100mila: sono 100.103.

Ambulanze del pronto soccorso

NEGLI OSPEDALI IRPINI 4 MORTI IN 24 ORE. Ci sono state 4 vittime del coronavirus in Irpinia nelle ultime 24 ore. È deceduta la notte scorsa una paziente nella terapia intensiva del Covid Hospital al Moscati una 71enne di Torre Annunziata (Na), ricoverata in sub intensiva dal 6 febbraio e trasferita in terapia intensiva nella notte, qualche ora prima del decesso. Nello stesso momento è deceduto al Frangipane di Ariano Irpino un 84 enne di Pompei, già affetto da gravi patologie, giunto in Pronto Soccorso in gravissime condizioni. In precedenza, ad Ariano sono morti ieri un 86enne di Melito ricoverato in Terapia Intensiva, mentre al Moscati è deceduto un paziente di 68 anni di Quadrelle. L’uomo era ricoverato in sub intensiva dal primo marzo, prima di essere trasferito in terapia intensiva mercoledì scorso. Aumenta il numero dei ricoverati per coronavirus in Irpinia. Nelle aree Covid dell’Azienda ospedaliera Moscati risultano ricoverati 62 pazienti: 6 in terapia intensiva, 37 nelle aree verde e gialla del Covid Hospital, 9 nell’Unità operativa di Medicina d’Urgenza e 10 nel plesso ospedaliero di Solofra. Sono 26 i degenti presso il Sant’Ottone Frangipane. Tra questi, sono 3 i pazienti in terapia intensiva.

POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA E NELLE ALTRE PROVINCE CAMPANE – AGGIORNAMENTO ORE 17Il Dipartimento della Protezione Civile ha diffuso alle ore 17 l’aggiornamento relativo ai casi positivi al coronavirus in Irpinia e nelle province della Campania. I dati: a Napoli 168.858 (+973), a Caserta 46.518 (+241), a Salerno 43.952 (+219), ad Avellino 12.684 (+67), a Benevento 7.147 (+6). Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

Bollettino Covid-19 del 8 marzo 2021 alle ore 18 diffuso dal Ministero della Salute. Lo stralcio dei casi in Campania per province

I CASI POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA DALL’INIZIO DELL’EPIDEMIAI positivi al coronavirus in Irpinia sono 12.684, secondo il riepilogo diffuso dal Ministero della Salute elaborato su dati della Protezione Civile. Il dato si riferisce ai casi di coronavirus in Irpinia da marzo.  Ecco la mappa dei positivi al coronavirus in Irpinia segnalati dai rapporti Asl (casi attivi, guariti e morti dal marzo 2020): Aiello del Sabato (84), Altavilla Irpina (115), Andretta (21), Ariano Irpino 684 (compresi i 63 positivi emersi dallo screening finale di luglio sul coronavirus in Irpinia), Aquilonia (28), Atripalda (330), Avella (464), Avellino (1.520), Bagnoli Irpino (77), Baiano (193), Bisaccia (46), Bonito (64),  Cairano (5),  Calabritto (26), Calitri (133), Candida (33), Caposele (52), Capriglia (59), Carife (34), Casalbore (32), Cassano Irpino (28), Castel Baronia (31), Castelfranci (23), Castelvetere sul Calore (8),  Cervinara  (267), Cesinali (82), Chianche (7),  Chiusano San Domenico (90), Contrada (141), Conza della Campania (11), Domicella (76), Flumeri (95), Fontanarosa (79), Forino (213), Frigento (89), Gesualdo (119), Greci (7),  Grottaminarda (210), Grottolella (40),  Guardia Lombardi (21), Lacedonia (21), Lapio (28), Lauro (173), Lioni (120), Luogosano (4),  Manocalzati (67), Marzano di Nola (82), Melito Irpino (36),  Mercogliano (367), Mirabella Eclano (223), Montaguto (5),  Montecalvo Irpino (44), Montefalcione (109), Monteforte Irpino (331), Montefredane (39), Montefusco (39), Montella (181), Montemarano (81), Montemiletto (159), Monteverde (2), Montoro (796), Morra De Sanctis (19),  Moschiano (72), Mugnano del Cardinale (183), Nusco (131), Ospedaletto d’Alpinolo (81), Pago Vallo Lauro (106), Parolise (17), Paternopoli (16), Petruro Irpino (1), Pietradefusi (28), Pietrastornina (31), Prata Principato Ultra (57), Pratola Serra (107), Quadrelle (37),  Quindici (74), Roccabascerana (73), Rocca San Felice (7), Rotondi (94), Salza Irpina (23), San Mango sul Calore (8), San Martino Valle Caudina (178), San Michele di Serino (67), San Nicola Baronia (35), San Potito Ultra (56), San Sossio Baronia (42), Sant’Andrea di Conza (13), Sant’Angelo al Scala (5), Sant’Angelo all’Esca (22),  Sant’Angelo dei Lombardi (76), Santa Lucia di Serino (49), Santa Paolina (41), Santo Stefano del Sole (62), Savignano Irpino (35), Scampitella (48), Senerchia (20), Serino (121), Sirignano (119), Solofra (330), Sorbo Serpico (19), Sperone (194), Sturno (73), Summonte  (34), Taurano (34), Taurasi  (32), Teora (9), Torella dei Lombardi (18), Torre Le Nocelle (49), Torrioni (12),  Trevico (28),  Tufo (19), Vallata (110), Vallesaccarda  (27), Venticano (72), Villamaina (27),  Villanova del Battista (31), Volturara Irpina (94), Zungoli (23).

Coronavirus, test in Campania al Cotugno. Nella foto: l’ingresso all’Ospedale Cotugno

IN CAMPANIA 1.644 NUOVI POSITIVI (24.022 IN 10 GIORNI) CON 41 MORTI. In Campania i positivi al Covid-19 salgono a 286.865 totali per 1.644 nuovi casi su 11.398 tamponi esaminati in laboratorio, compresi 1.450 test antigenici. Dall’inizio della pandemia sono stati processati 3.102.497 tamponi (di cui 138.140 antigenici). Tra i nuovi positivi, 505 presentano sintomi evidenti, mentre 1.015 risultano asintomatici e 124 sono le persone rivelate positive dai test antigenici. Dopo 9 giorni consecutivi, per la prima volta il nuovo contagio si attesta sotto i 2mila casi al giorno, ma il numero dei tamponi processati è circa un terzo della quantità abituale. Da segnalare che il numero di sintomatici accertati con tampone molecolare supera il 30% dei casi processati in un giorno, incidenza superiore al trend. Negli ultimi dieci giorni sono stati registrati dall’Unità di crisi 24.022 nuovi casi. Sono 41 i decessi causati dal coronavirus in Campania, 15 dei quali nelle ultime 48 ore. Il totale è ora di 4.505 vittime dal marzo 2020. Sale il numero di ricoverati in terapia intensiva, 148 secondo l’ultimo rapporto, con 3 in più. Rispetto alla dotazione complessiva di 656 posti letto la disponibilità è di 508. Anche nei Reparti Covid dedicati sale il numero dei ricoverati, ma in misura maggiore. Sono 1.425 i degenti, 29 in più rispetto al giorno precedente. La riserva è di 1.735 posti letto sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate.

In Campania i positivi al Covid-19 nell’aggiornamento fatto dalla Unità di Crisi della Regione Campania alle ore 17,00 di oggi 8 marzo 2021

LA SITUAZIONE CLINICA: RIEPILOGO.  L’Unità di crisi ha comunicato 41 vittime (15 deceduti nelle ultime 48 ore, 26 in precedenza ma registrati ieri). Sale a 4.505 il numero totale dei morti per il coronavirus in Campania dall’inizio dell’epidemia. Sono state dichiarate guarite 1,291 persone nelle 24 ore, per un totale di 192.453. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio regionale, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute alle ore 17, i pazienti ricoverati con sintomi in Campania sono 1.425 (+29) in terapia intensiva 148 (+3, con 14 nuovi ingressi nella giornata), mentre 88.334 (+280) si trovano in isolamento domiciliare. I casi attualmente positivi, cioé detratti i guariti e i deceduti, sono 89.907 (+312) contro 286.865 casi totali dall’inizio della pandemia.

La Prefettura di Napoli

CAMPANIA NELLA ZONA ROSSA FINO AL 21 MARZO. LE DISPOSIZIONI.  È in vigore l’Ordinanza ministeriale 5 marzo 2021 (scarica il documento), con cui si decreta il passaggio della Campania nella fascia rossa fino al 21. Per due settimane c’è l’obbligo di restare a casa. La decisione scaturisce dall’aumento dei contagi nell’ultima settimana, che da otto giorni sono superiori ai 2500 al giorno. Con la Campania sono nella zona rossa Basilicata, Molise e quasi tutte le province dell’Emilia Romagna, che sulla carta resta arancione con: Lombardia (sottoposte a misure rafforzate e lockdown in più province), Friuli Venezia Giulia, Veneto, Abruzzo, Marche, Piemonte, Umbria, Toscana e le province autonome di Bolzano e Trento. Da domani sono possibili gli spostamenti per motivi di lavoro, salute e necessità con autocertificazione (scarica il modello). Sono autorizzati l’attività motoria nei pressi della propria abitazione e quella sportiva all’aperto ma solo in forma individuale. Sono chiusi negozi (salvo quelli per la vendita di beni di prima necessità), bar e ristoranti, ma sono consentiti asporto (fino alle ore 22) e consegne a domicilio (senza restrizioni). Sospesi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici. Sono aperti: supermercati, beni alimentari e generi di prima necessità, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, lavanderie.

SCUOLA IN PRESENZA SOSPESA FINO AL 21 MARZO. CON LA ZONA ROSSA LO STOP SI ALLUNGA. Fino al 21 marzo le scuole di ogni ordine e grado restano chiuse. Sospesa l’attività in presenza anche nelle scuole dell’infanzia ed elementari. Le lezioni proseguono solo con la didattica a distanza. Il Dpcm del 2 marzo  allunga di una settimana i termini che l’ordinanza regionale aveva fissato dal primo al 14 marzo, stabilendo l’obbligo della didattica a distanza nelle regioni e sui territori sottoposti alla fascia rossa. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Somministrato il vaccino italiano anti-Covid-19 della ReiThera Srl per la sperimentazione all’Istituto Spallanzani

IL VACCINO ITALIANO DI REITHERA IN SPERIMENTAZIONE SULL’UOMO AL MOSCATI DI AVELLINO. SI CERCANO VOLONTARI. Il vaccino italiano ReiThera sarà sperimentato al Moscati di Avellino. L’Azienda ospedaliera del capoluogo irpino è stata individuata tra i 26 centri italiani (e uno in Germania) coinvolti nella seconda fase dello studio sul GrAd-Cov.2, condotto dalla società biotecnologica italiana in collaborazione con l’Istituto “Spallanzani” di Roma. Ora si cercano volontari. Per ricevere ulteriori informazioni, le persone interessate ad aderire allo studio possono telefonare al numero 0825.203960, attivo il mercoledì e il venerdì, dalle 13 alle 14, oppure inviare una mail a: [email protected]. LE CARATTERISTICHE. Diversamente dai vaccini Pfizer e Moderna che si basano su una tecnologia a mRNA, il Reithera si basa su una piattaforma vaccinale che fa uso di un “virus vettore” (Adenovirus di gorilla modificato), che contiene l’informazione genetica per produrre la proteina spike del SARS-CoV-2, il collegamento che il coronavirus usa per infettare le cellule. Nella Fase 1 della sperimentazione, partita ad agosto 2020 e terminata lo scorso gennaio, sono stati raccolti i dati preliminari sulla sicurezza e l’immunogenicità del vaccino sull’uomo. A novembre sono stati resi noti i primi risultati di efficacia, che hanno dimostrato non solo che il vaccino è stato ben tollerato, ma che è stato immunogenico, ovvero l’organismo in cui è stato inoculato ha prodotto sia anticorpi che linfociti T. (Leggi gli approfondimenti).

Il punto vaccinale Covid di Montella

VACCINATE CONTRO IL COVID IN IRPINIA 29.666 PERSONE. I DATI. Proseguono le vaccinazioni Covid in Irpinia. Con le 1.796 di oggi, 6 marzo, sono 19.039 le dosi somministrate nei centri vaccinali negli ultimi 18 giorni. Dall’inizio della campagna vaccinale, il 31 dicembre 2020, sono 33.277 le persone vaccinate in provincia di Avellino. Le 1.796 dosi di vaccino somministrate in giornata sono così suddivise: 281 presso il Centro Vaccinale di Avellino; 108 a Mirabella Eclano; 108 a Grottaminarda; 108 a Vallata; 108 a Moschiano; 97 a Mercogliano; 73 a Flumeri; 609 presso il Centro Vaccinale del P.O. di Ariano Irpino; 304 presso il Centro Vaccinale del P.O. di Sant’Angelo dei Lombardi.

Una postazione per le vaccinazioni Covid in Alta Irpinia

APERTI I CENTRI DI SOMMINISTRAZIONE A MONTORO, MUGNANO DEL CARDINALE, MONTEFALCIONE E ATRIPALDA. INIZIATE LE VACCINAZIONI PER LE FORZE DELL’ORDINE. Sono attivi da oggi, 8 marzo, i Centri Vaccinali anti-covid 19 di Atripalda (Edificio via Rapolla), Montefalcione (Palestra Comunale via Aldo Moro), Montoro (ex Forum Giovani Località Misciano) e Mugnano del Cardinale(Sede Piano di Zona Largo Antonio Jerocades). I cittadini prenotati verranno convocati tramite servizio Recall ed sms, con l’indicazione della data, dell’ora e della sede dell’appuntamento. (Leggi i dettagli sulle nuove aperture). Nei Centri vaccinali dei Presidi Ospedalieri di Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi comincerà la vaccinazione delle forze dell’ordine.

IN ITALIA (DATO DELL’8 MARZO ALLE 17). I POSITIVI SONO 472.533. I GUARITI SONO 2.508.732 E I DECEDUTI 100.103. OGGI 13.902 CASI IN PIÙ. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 3.015.474 ma al momento sono 472.533 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 2.508.737. I pazienti ricoverati con sintomi sono 21.831, in terapia intensiva 2.700 (231 i nuovi ingressi nelle 24 ore), mentre 448.002 si trovano in isolamento domiciliare. I deceduti sono 100.103, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. L’incremento dei casi totali è di +13.907.

In Campania i positivi al Covid-19 nell’aggiornamento fatto dalla Unità di Crisi della Regione Campania alle ore 17,00 di oggi 8 marzo 2021

Il Rapporto

Report Vaccini Anti COVID-19 – Commissario dell’Emergenza e del Ministero della Salute

VACCINAZIONI ANTI COVID IN ITALIA: DATO DELL’8 MARZO: ORE 15.31. DOSI SOMMINISTRATE: 5.417.678 – IMMUNIZZATI AL NUOVO CORONAVIRUS (CON SECONDA DOSE): 1.652.031. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla vaccinazione contro il nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, le persone a cui è stato somministrato il vaccino in Italia sono 5.417.678 (82,8% delle 6.542.260 dosi disponibili a partire dal 31 dicembre 2020). Sono 1.652.031 le persone che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose di vaccino.

L’andamento delle vaccinazioni in Campania

VACCINAZIONI ANTI COVID-19, SOMMINISTRATE IN CAMPANIA 490.164 DOSI DAL 31 DICEMBRE. L’Unità di crisi diffonde in tempo reale l’aggiornamento relativo alle vaccinazioni anti-Covid-19 sul territorio regionale. L’ultimo dato è di oggi, 8 marzo, pubblicato alle ore 04,00. In Campania sono state somministrate 490.164 dosi (di cui: prime dosi 339.076; seconde dosi 151.087 su 534.515 consegnate: 91,70%). Nel dettaglio per provincia, sono state somministrate le seguenti dosi: a Napoli 247.594, a Caserta 87.147, a Salerno 83.610, ad Avellino 38.686, a Benevento 33.119. Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Regione Campania su elaborazione dei dati Sinfonia eCovid.


Per informazioni sul coronavirus in Irpinia, in Campania è in Italia consultare i link: Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ del Ministero Salute: clicca qui Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS): clicca qui).


Il Ministero
La sede che ospita il Ministero della Salute a Roma nel quartiere Eur

MONITORAGGIO FASE 2. REPORT SETTIMANALE ITALIANO. (Ministero della Salute). Diffuso dal Ministero della Salute il Report della settimana 22 – 28 febbraio (dati aggiornati al 3 marzo 2021). LA SINTESI: «Si osserva una ulteriore accelerazione nell’aumento dell’incidenza a livello nazionale (195 casi per 100.000 abitanti nella settimana 22-28 febbraio 2021). L’incidenza nazionale si sta quindi rapidamente avvicinando alla soglia di 250 casi/settimana per 100.000 abitanti che impone il massimo livello di mitigazione possibile. Tale soglia è stata superata questa settimana in cinque Regioni/PPAA. Si conferma per la quinta settimana consecutiva un peggioramento nel livello generale del rischio. Aumenta il numero di Regioni/PPAA classificate a rischio alto (6) ai sensi del DM 30/4/2020. Ben 9 Regioni/PPAA, classificate a rischio moderato, sono ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane. Soltanto una Regione è a rischio basso. Si ribadisce, anche alla luce dell’aumento sostenuto della prevalenza di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità, di mantenere la drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone e della mobilità. Analogamente a quanto avviene in altri paesi Europei, si rende necessario un rafforzamento/innalzamento delle misure su tutto il territorio nazionale al fine di ottenere rapidamente una mitigazione del fenomeno. In presenza di varianti che possono parzialmente ridurre l’efficacia dei vaccini attualmente disponibili, le Regioni/PPAA sono invitate ad adottare, indipendentemente dai valori di incidenza, il livello di mitigazione massimo a scopo di contenimento».

IL RAPPORTO REGIONALE. L’analisi dei dati relativi alla settimana 22 – 28 febbraio 2021 (aggiornati al 3 marzo 2021). Fonte dati: Monitoraggio Fase 2 (DM Salute 30 aprile 2020). Scarica il Rapporto: CAMPANIA – Monitoraggio Fase 2 (DM Salute 30 aprile 2020) Dati della settimana 22-28 febbraio 2021 (aggiornati al 3 marzo 2021).


INFORMAZIONI DAL MINISTERO DELLA SALUTE SULLA APP IMMUNI | immuni.italia.it


FAQ DEL MINISTERO DELLA SALUTE: tutte le risposte alle domande sulla App Immuni | https://www.immuni.italia.it/faq.html


LEGGI ANCHE:

La Campania è zona arancione solo per oggi. Da lunedì 8 è nella fascia rossa. Le regole

Dpcm in vigore dal 6 marzo: stretta sulla scuola e stop mobilità tra regioni fino al 27. Le regole

Vaccinazioni Covid in Irpinia, 15.428 dosi in 15 giorni (oggi 1.518). Asl: 5 nuovi centri entro lunedì

Covid in Campania, De Luca chiude le scuole. L’ordinanza

‘Drive-in straordinario a Montella’: tamponi per giovani dell’Altirpinia

“Contagio in aumento fra i giovani in Irpinia e Campania”, Frieri (Asl): terza ondata iniziata

Vaccini Covid-19: intesa tra medici di base, governo e regioni

Isolata in Campania variante di coronavirus sconosciuta in Italia

La variante inglese del Coronavirus in Campania colpisce 1 positivo su 4

‘I nostri figli a scuola ma in sicurezza’. Da Montemiletto lettera di un genitore alle istituzioni

Vaccini Covid a Napoli e in Campania per 720. Lo ha fatto anche De Luca: ora immunizzazione di massa

Variante inglese del Coronavirus a Napoli, scoperti 6 casi dall’Izsm

Medici di famiglia irpini contro il Covid sul territorio. Il protocollo

Tamponi in Campania nei laboratori privati, ecco dove: i 193 accreditati

Immunoglobuline iperimmuni contro il SARS-CoV2, Federico II e Cotugno lanciano l’Ipercovid

 

 

ARTICOLI CORRELATI