Coronavirus nel Sannio, 42 positivi. In Campania 2.560 casi e in 48 ore 13 morti

AGGIORNAMENTO DI ASL, MINISTERO DELLA SALUTE E UNITÀ DI CRISI. DA LUNEDÌ SCATTANO LE REGOLE DELLA ZONA ROSSA TRA LE POLEMICHE. La situazione dell'epidemia di Covid-19 sul territorio provinciale e regionale, dove aumentano i ricoverati in terapia intensiva e nei reparti. La mappa dell'infezione nelle province

I positivi al Coronavirus nel Sannio dal primo di agosto sono 5.547 per effetto di 42 nuovi casi trovati su 360 tamponi esaminati nelle ultime 24 ore con 23 guariti. L’Asl non ha fornito dettagli circa la localizzazione geografica dei casi di coronavirus nel Sannio. Tra i nuovi positivi ci sono 3 sintomatici. La Protezione Civile nel pomeriggio ha indicato nella tabella diffusa alle 17 (del 7 marzo) i contagi totali di coronavirus nel Sannio da marzo: 7.141 (vedi tabella infografica riportata). Nel frattempo, nel pomeriggio al San Pio di Benevento è deceduto un 65enne di Eboli. In Campania sono stati registrati 2.560 nuovi casi e 13 morti in 48 ore. È in vigore l’ordinanza che dispone per 15 giorni la zona rossa in Campania a decorrere da lunedì 8 marzo (scarica il documento). Si allungano i tempi per la didattica a distanza, in base a quanto stabilito dal nuovo Dpcm, che prevede la automatica chiusura delle scuole nelle zone rosse. Intanto, nei Comuni più colpiti dalle varianti scattano screening a tappeto con tamponi molecolari e antigenici. In Italia sono stati superati i 3 milioni di casi dall’inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore sono stati 20.765 con 207 morti. Di seguito l’ultimo rapporto sintetico senza riferimento geografico (in versione scaricabile) sul coronavirus nel Sannio per Comune riferito ai tamponi esaminati entro le ore 17 del 7 marzo e pubblicato sul sito dall’Asl di Benevento in serata. A seguire, i rapporti dell’Unità di Crisi e del Ministero della Salute.


Il bollettino Asl
Coronavirus nel Sannio, il rapporto dell’Asl Benevento di oggi 7 marzo

POSITIVI AL CORONAVIRUS NEL SANNIO E NELLE ALTRE PROVINCE CAMPANE – AGGIORNAMENTO ORE 17Il Dipartimento della Protezione Civile ha diffuso ieri alle ore 17 l’aggiornamento relativo ai casi positivi al coronavirus nel Sannio e nelle altre province della Campania. I dati: a Napoli 167.885 (+1.246), a Caserta 46.277 (+292), a Salerno 43.733 (+336), ad Avellino 12.617 (+112), a Benevento 7.141 (+9). Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

Bollettino Covid-19 del 7 marzo 2021 alle ore 18 diffuso dal Ministero della Salute. Lo stralcio dei casi in Campania per province
Coronavirus, test in Campania al Cotugno. Nella foto: l’ingresso all’Ospedale Cotugno

IN CAMPANIA 2.560 NUOVI POSITIVI (24.897 IN 10 GIORNI) CON 13 MORTI NELLE 48 ORE. In Campania i positivi al Covid-19 salgono a 285.221 totali per 2.560 nuovi casi su 24.393 tamponi esaminati in laboratorio, compresi 4.521 test antigenici. Dall’inizio della pandemia sono stati processati 3.091.099 tamponi (di cui 136.690 antigenici). Tra i nuovi positivi, 185 presentano sintomi evidenti, mentre 2.024 risultano asintomatici e 351 sono le persone rivelate positive dai test antigenici. Negli ultimi dieci giorni sono stati registrati dall’Unità di crisi 24.897 nuovi casi. Sono 13 i decessi causati dal coronavirus in Campania, tutti nelle ultime 48 ore. Il totale è ora di 4.464 vittime dal marzo 2020. Cala il numero di ricoverati in terapia intensiva, 145 secondo l’ultimo rapporto, con 3 in meno. Rispetto alla dotazione complessiva di 656 posti letto la disponibilità è di 511. Invece nei Reparti Covid dedicati sale il numero dei ricoverati. Sono 1.396 i degenti, 11 in più rispetto al giorno precedente. La riserva è di 1.764 posti letto sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate. È in vigore l’ordinanza che dispone per 15 giorni la zona rossa in Campania a decorrere da lunedì 8 marzo (scarica il documento). Si allungano i tempi per la didattica a distanza, in base a quanto stabilito dal nuovo Dpcm, che prevede la automatica chiusura delle scuole nelle zone rosse. Intanto, nei Comuni più colpiti dalle varianti scattano screening a tappeto con tamponi molecolari e antigenici.

In Campania i positivi al Covid-19 nell’aggiornamento fatto dalla Unità di Crisi della Regione Campania alle ore 17,00 di oggi 7 marzo 2021

LA SITUAZIONE CLINICA: RIEPILOGO.  L’Unità di crisi ha comunicato 13 vittime (tutte nelle ultime 48 ore​). Sale a 4.451 il numero totale dei morti per il coronavirus in Campania dall’inizio dell’epidemia. Sono state dichiarate guarite 385 persone nelle 24 ore, per un totale di 191.162. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio regionale, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute alle ore 17, i pazienti ricoverati con sintomi in Campania sono 1.396 (+11) in terapia intensiva 145 (-3), mentre 85.900 (+2.188) si trovano in isolamento domiciliare. I casi attualmente positivi, cioé detratti i guariti e i deceduti, sono 87.433 (+2.223) contro 285.221 casi totali dall’inizio della pandemia.

La Prefettura di Napoli

CAMPANIA NELLA ZONA ROSSA DA DOMANI AL 21 MARZO. LE DISPOSIZIONI.  È in vigore l’Ordinanza ministeriale 5 marzo 2021 (scarica il documento), con cui si decreta il passaggio della Campania nella fascia rossa da lunedì 8 marzo al 21 marzo. Per due settimane scatta l’obbligo di restare a casa. La decisione scaturisce dall’aumento dei contagi nell’ultima settimana, che da otto giorni sono superiori ai 2500 al giorno. Con la Campania sono nella zona rossa Basilicata, Molise e quasi tutte le province dell’Emilia Romagna, che sulla carta resta arancione con: Lombardia (sottoposte a misure rafforzate e lockdown in più province), Friuli Venezia Giulia, Veneto, Abruzzo, Marche, Piemonte, Umbria, Toscana e le province autonome di Bolzano e Trento. Da domani sono possibili gli spostamenti per motivi di lavoro, salute e necessità con autocertificazione (scarica il modello). Sono autorizzati l’attività motoria nei pressi della propria abitazione e quella sportiva all’aperto ma solo in forma individuale. Sono chiusi negozi (salvo quelli per la vendita di beni di prima necessità), bar e ristoranti, ma sono consentiti asporto (fino alle ore 22) e consegne a domicilio (senza restrizioni). Sospesi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici. Sono aperti: supermercati, beni alimentari e generi di prima necessità, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, lavanderie.

SCUOLA IN PRESENZA SOSPESA FINO AL 21 MARZO. CON LA ZONA ROSSA LO STOP SI ALLUNGA. Fino al 21 marzo le scuole di ogni ordine e grado restano chiuse. Sospesa l’attività in presenza anche nelle scuole dell’infanzia ed elementari. Le lezioni proseguono solo con la didattica a distanza. Il Dpcm del 2 marzo  allunga di una settimana i termini che l’ordinanza regionale aveva fissato dal primo al 14 marzo, stabilendo l’obbligo della didattica a distanza nelle regioni e sui territori sottoposti alla fascia rossa. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

LA CAMPANIA È NELLA FASCIA ARANCIONE SOLO OGGI 7 MARZO. LE REGOLE. La Campania è in zona arancione ancora oggi 6 e domani 7 marzo. Poi scatterà la zona rossa. Per uscire dal proprio Comune servono una ragione valida e l’autocertificazione (scarica il modello). Se non si dispone di un modello lo forniranno al momento del controllo le forze dell’ordine. Saranno comunque consentiti, negli stessi giorni, gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia. È vietato muoversi, inoltre, dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute con autocertificazione. Sono aperti i negozi, ma non i bar e i ristoranti.

VIA ALLE PRENOTAZIONI PER VACCINARE IL PERSONALE DELLE FORZE DELL’ORDINE E DELL’UNIVERSITÀ. Il personale delle Università e delle Forze dell’Ordine ora può prenotare la somministrazione della dose nei centri autorizzati, secondo le modalità stabilite dal Ministero della Salute e dalla Regione. Occorre iscriversi sulla piattaforma https://adesionevaccinazioni.soresa.it/». ​

IN ITALIA (DATO DEL 7 MARZO ALLE 17). I POSITIVI SONO 472.862. I GUARITI SONO 2.494.839 E I DECEDUTI 99.785. OGGI 20.765 CASI IN PIÙ. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, i casi totali nel nostro Paese sono 3.002.580 ma al momento sono 472.862 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 2.494.839. I pazienti ricoverati con sintomi sono 21.144, in terapia intensiva 2.605 (161 i nuovi ingressi nelle 24 ore), mentre 449.113 si trovano in isolamento domiciliare. I deceduti sono 99.785, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. L’incremento dei casi totali è di +20.765.

In Campania i positivi al Covid-19 nell’aggiornamento fatto dalla Unità di Crisi della Regione Campania alle ore 17,00 di oggi 7 marzo 2021
Il Consiglio dei Ministri riunito dal Presidente Mario Draghi

IN VIGORE IL NUOVO DPCM. CIRCOLAZIONE TRA REGIONI BLOCCATA FINO AL 27 MARZO. Il primo Dpcm del Governo presieduto da Mario Draghi ha stabilito una stretta sulla scuola in presenza. Il provvedimento normativo, in vigore dal 6 marzo al 6 aprile recepisce le indicazioni del Cts. La scuola in presenza sarà regolamentata automaticamente in base ai dati epidemiologici. Non ci saranno lezioni in presenza nei territori sottoposti alla zona rossa, mentre i governatori regionali e i sindaci potranno sospenderle dove si raggiungono 250 casi ogni 100mila abitanti anche nelle zone gialla e arancione (leggi l’approfondimento). Intanto, in Campania dal primo marzo è stata disposta la didattica a distanza al 100% per le scuole di ogni ordine e grado fino al 14 marzo, per effetto del nuovo provvedimento firmato dal Governatore della Campania (leggi l’ORDINANZA N. 6 DEL 27 FEBBRAIO 2021 – ATTIVITA DIDATTICHE).


Il Rapporto

Report Vaccini Anti COVID-19 – Commissario dell’Emergenza e del Ministero della Salute

VACCINAZIONI ANTI COVID IN ITALIA: DATO DEL 7 MARZO: ORE 15.30. DOSI SOMMINISTRATE: 5.339.560 – IMMUNIZZATI AL NUOVO CORONAVIRUS (CON SECONDA DOSE): 1.642.059. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla vaccinazione contro il nuovo Coronavirus sul territorio nazionale, le persone a cui è stato somministrato il vaccino in Italia sono 5.339.560 (81,9% delle 6.542.260 dosi disponibili a partire dal 31 dicembre 2020). Sono 1.642.059 le persone che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose di vaccino.

L’andamento delle vaccinazioni in Campania

VACCINAZIONI ANTI COVID-19, SOMMINISTRATE IN CAMPANIA 478.220 DOSI DAL 31 DICEMBRE. L’Unità di crisi diffonde in tempo reale l’aggiornamento relativo alle vaccinazioni anti-Covid-19 sul territorio regionale. L’ultimo dato è di oggi, 7 marzo, pubblicato alle ore 04,00. In Campania sono state somministrate 478.220 dosi (di cui: prime dosi 330.983; seconde dosi 147.236 su 534.515 consegnate: 89,47%). Nel dettaglio per provincia, sono state somministrate le seguenti dosi: a Napoli 241.661, a Caserta 84.070, a Salerno 82.480, ad Avellino 36.890, a Benevento 33.119. Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Regione Campania su elaborazione dei dati Sinfonia eCovid.


Per informazioni sul coronavirus nel Sannio, in Campania è in Italia consultare i link: Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ del Ministero Salute: clicca qui Vaccini anti Covid-19 | Domande e risposte | FAQ dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS): clicca qui).


Il Ministero
La sede che ospita il Ministero della Salute a Roma nel quartiere Eur

MONITORAGGIO FASE 2. REPORT SETTIMANALE ITALIANO. (Ministero della Salute). Diffuso dal Ministero della Salute il Report della settimana 15 – 21 febbraio (dati aggiornati al 24 febbraio 2021). LA SINTESI: «L’epidemia, dopo un iniziale lento peggioramento, entra questa settimana nuovamente in una fase in cui si osserva una chiara accelerazione nell’aumento dell’incidenza nazionale. Si conferma per la quarta settimana consecutiva un peggioramento nel livello generale del rischio. Aumenta il numero di Regioni/PPAA classificate a rischio alto (da una a cinque: Abruzzo, Lombardia, Marche, Piemonte, Umbria) mentre diminuisce il numero di quelle classificate a rischio moderato o basso. Alla luce dell’aumentata circolazione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità e del chiaro trend in aumento dell’incidenza su tutto il territorio italiano, sono necessarie ulteriori urgenti misure di mitigazione sul territorio nazionale e puntuali interventi di mitigazione/contenimento nelle aree a maggiore diffusione per evitare un rapido sovraccarico dei servizi sanitari».

IL RAPPORTO REGIONALE. L’analisi dei dati relativi alla settimana 15 – 21 febbraio 2021 (aggiornati al 24 febbraio 2021). Fonte dati: Monitoraggio Fase 2 (DM Salute 30 aprile 2020). Scarica il Rapporto: CAMPANIA – Monitoraggio Fase 2 (DM Salute 30 aprile 2020) Dati relativi alla settimana 15-21 febbraio 2021 (dati aggiornati al 24 febbraio 2021).


INFORMAZIONI DAL MINISTERO DELLA SALUTE SULLA APP IMMUNI | immuni.italia.it


FAQ DEL MINISTERO DELLA SALUTE: tutte le risposte alle domande sulla App Immuni | https://www.immuni.italia.it/faq.html


LEGGI ANCHE:

La Campania è zona arancione solo per oggi. Da lunedì 8 è nella fascia rossa. Le regole

Covid in Campania, De Luca chiude le scuole. L’ordinanza

La variante inglese del Coronavirus in Campania colpisce 1 positivo su 4

Vaccinazioni per la scuola in Campania, 3.591 già prenotati. Il link

Didattica in presenza al 50% in Campania. Regione: dare libertà di scelta

Santa Maria degli Angeli di Benevento, aperto un centro solidale per chi ha bisogno

L’App di Soresa e-Covid Sinfonia tra le più scaricate in Italia per la medicina

 

 

ARTICOLI CORRELATI