Fondazione Sistema Irpinia, a Marino Sarno la delega della Provincia

La nota del consigliere provinciale: «Pronto a dare un contributo decisivo per portare l'immenso patrimonio storico, culturale di cui dispone la nostra Irpinia al massimo della produttività»

A Marino Sarno è stata assegnata dal Presidente Domenico Biancardi la delega della Provincia per la Fondazione Sistema Irpinia. Lo rende noto lo stesso consigliere provinciale con una nota stampa.

Marino Sarno

«Sistema Irpinia rappresenta lo strumento più adatto per rafforzare l’identità storico artistica delle nostre comunità e valorizzarne il patrimonio di bellezze naturali e prodotti tipici enogastronomici», dichiara Sarno nel comunicato. «Una brillante intuizione del Presidente Biancardi che rappresenta l’essenza stessa della sua azione amministrativa e del suo mandato: è stato il primo a concretizzare ciò che tutti, in passato, hanno sempre auspicato, ma che solo lui ha realizzato. Il fatto che il Presidente mi abbia voluto assegnare la delega allo sviluppo strategico del territorio e alla ‘Fondazione Sistema Irpinia’ mi riempie di orgoglio, non solo per la fiducia riposta nella mia persona, ma anche e soprattutto perché da amministratore mi sono sempre speso per favorire la valorizzazione delle nostre realtà e trasformare le nostre ricchezze in crescita economica per la nostra gente».

Domenico Biancardi, Presidente della Provincia di Avellino

Per Sarno «la valorizzazione dei nostri territori e dei prodotti di eccellenza deve servire non solo ad accrescere l’attenzione per i nostri borghi, ma a perseguire anche una crescita dell’economia di chi ci vive e di chi, nonostante tutto, ancora investe nella propria comunità», si legge nella nota. «La valorizzazione e la promozione sulle quali Biancardi ha scommesso sono quelle che finalmente mettono a sistema il potenziale di cui dispone la nostra provincia. Non, dunque, un’attività di promozione dove ogni realtà è a sé stante, isolata, ma che le coordina – facendo sistema, appunto – e crea i presupposti per convertirsi, con i fatti, in opportunità di crescita economica e di occupazione». Per questo, «nei prossimi mesi in sinergia con il Presidente Biancardi, con i colleghi consiglieri e con il governo regionale, ci sforzeremo di dare ulteriore impulso all’attività della Fondazione e di dare un contributo decisivo per portare l’immenso patrimonio storico, culturale di cui dispone la nostra Irpinia al massimo della produttività».


LEGGI ANCHE:

“Nel sottosuolo dell’Altirpinia fonti idriche mai sfruttate”

Un’ovovia per il turismo sul Laceno. La proposta della Federico II

La Campania è zona gialla fino al 16 gennaio. Dpcm, stop mobilità tra regioni fino al 15 febbraio. Le regole

Positivi al coronavirus in Irpinia 48, impennata nel Vallo Lauro Baianese. In Campania: 1.294 casi e 41 morti. Vaccinati 93.452 (92,4%)

 

 

ARTICOLI CORRELATI