Riduzione idrica in zone di Ariano e 3 Comuni stanotte

Sul Tricolle (in alcuni quartieri), a Contrada, Forino e a Sirignano interruzione notturna della erogazione, che sarà ripristinata domani dalle ore 6

L’Alto Calore Servizi ha comunicato una riduzione idrica in zone di Ariano e in altri Comuni per ondate di calore. «A causa di consumi anomali dovuti alle alte temperature stagionali caratterizzate da ondate di calore, per fronteggiare la criticità di approvvigionamento alle utenze, l’Alto Calore dovrà effettuare manovre di chiusura serale dalle ore 22,00 alle ore 6,00 a partire da oggi 29 giugno e fino a nuove disposizioni da parte della Società», si legge in una nota diffusa dal Comune di Ariano Irpino. I quartieri e le zone del Tricolle interessati sono: Rione Martiri, Rione Cardito, Strada Provinciale 414 – zona PIP – Camporeale, Cerreto, Tesoro, Piano Taverna, Santa Regina, Acquasalza, Centovie.

Una conduttura idrica gestita dall’Alto Calore Servizi spa

STANOTTE SOSPENSIONE IDRICA A SIRIGNANO, CONTRADA E FORINO. Non ci sarà solo la riduzione idrica in zone di Ariano Irpino, ma anche in altri 3 Comuni. L’Alto Calore ha diffuso una nota indicando riduzioni dell’erogazione a Sirignano, ma anche a Contrada e Forino. In particolare, «a Sirignano a causa della mancata ricarica dei gruppi sorgentizi nel periodo invernale» e per «la indisponibilità della potenza massima dell’impianto di sollevamento di San Modestino di Mercogliano e dei consumi idrici, si provvederà alla sospensione dell’erogazione idrica, dalle ore 22.00 del 29 giugno alle ore 6.00 del 30 giugno». Pertanto, l’Acs invita «gli utenti a contenere i consumi per evitare disfunzioni nelle ore diurne, con mancata erogazione o cali di pressione alle zone alte». Analoga misura è stata disposta per Contrada e Forino: «A causa dell’abbassamento delle portate delle sorgenti idriche, dalle ore 22.00 del 29 giugno alle ore 6.00 del 30 giugno, sarà sospesa l’erogazione idrica».


LEGGI ANCHE:

La Campania scopre i laghi dell’Altirpinia per la gita fuori porta

Il nuovo Ospedale Criscuoli è pronto, ma il Direttore Frieri avverte: servono 25 anestesisti ad Ariano e in Altirpinia

ARTICOLI CORRELATI