Una delle informative organizzate dalla Giunta Regionale della Campania nelle cinque province per presentare il Piano Lavoro con le 10mila assunzioni previste

Dal 18 al 28 febbraio a Napoli presso il Palapartenope gli esami per assegnare i primi posti di lavoro in Campania negli enti locali. Dopo lo stop imposto il 12 febbraio dal Tar della Campania, annullato poi dal Consiglio di Stato, sono in corso di svolgimento le prove scritte della categoria C, quella riservata ai diplomati. Dovranno invece essere recuperate a inizio marzo quelle per i candidati laureati, in svolgimento quando è arrivata la sosoensione del Tar Campania, che aveva concesso la sospensiva richiesta a titolo cautelare dai legali di alcuni candidati esclusi alle preselezioni. I giudici amministrativi avevano sospeso cautelativamente il concorso in attesa di valutare nel merito la presunta violazione dell’anonimato contestata dai ricorrenti, fissando al 6 ottobre la camera di consiglio per la sentenza. Pubblicata l’ordinanza, il Formez ha immediatamente cancellato le successive prove scritte, previste per i giorni 13, 19, 24 e 28 febbraio 2020, dopo che si erano già svolte quelle in programma il 10, 11 e 12 febbraio. Con l’intervento del Consiglio di Stato, che ha sbloccato le prove, ora si dovranno recuperare le date nel frattempo azzerate. Per i profili della categoria D è stato definito un nuovo calendario di convocazione per i candidati che hanno superato le preselettive e per quelli ammessi per legge. Dal 3 al 5 marzo si terranno le prove scritte per i profili concorsuali: ITD/CAM, CID/CAM, CUD/CAM, VGD/CAM, SAD/CAM (più avanti è riportato il calendario).

SI ASSEGNANO 2.285 POSTI DI LAVORO ENTRO MARZO, I RESTANTI (FINO A 10MILA) NEL BIENNIO. La Regione Campania ha annunciato lo scorrimento delle graduatorie entro la fine di marzo per assegnare tra tutti i profili 2.285 posti di lavoro negli enti locali, con un incremento possibile fino a 3mila. Per gli altri settemila ci sarà tempo entro il biennio di validità della graduatoria. «Pubblicheremo gli elenchi di quanti superano le prove scritte entro 48 ore dalla fine della prova, con correzioni pubbliche al termine di ciascun profilo», ha assicurato il presidente Formez, Alberto Bonisoli che, il 10 febbraio, durante la prima giornata della seconda fase del concorso Ripam Campania, ha assistito allo svolgimento della prova e la successiva fase di correzione pubblica.

Alberto Bonisoli

ALLE SELEZIONI PER IL LAVORO NELLA P.A. PARTECIPANO 23.346 CANDIDATI. Ai 16 profili previsti per le due categorie di concorso – diplomati e laureati – per l’assunzione in Regione Campania e in 166 enti locali di 2.285 persone, concorrono 23.346 candidati, di cui 18.175 per il profilo dei diplomati e 5.261 per il profilo dei laureati. «Il concorso, bandito il 9 luglio, ha visto concludere la prima fase della selezione con le prove preselettive a dicembre 2019 e, a distanza di due mesi, vedrà concludere anche le prove scritte. FormezPA, nel periodo di apertura del bando, tra il 9 luglio e l’8 agosto 2019, ha gestito 303.965 domande di iscrizione. Di queste, i candidati che hanno sostenuto le preselettive sono stati 142.554, divisi in 34 sessioni di esame», ha ricordato il Formez nei giorni scorsi.

L’ingresso alla sede della Regione Campania, a Napoli

IL RICORSO D’URGENZA DELLA REGIONE CAMPANIA. La Regione Campania aveva predisposto il ricorso in via d’urgenza, ritenendo infondata la decisione del Tribunale Amministrativo Regionale. Analoghe iniziative erano state comunicate dal Formez, dalla Funzione Pubblica e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. La Regione Campania aveva dato mandato all’Avvocatura di ricorrere al Consiglio di Stato per chiedere l’immediata sospensiva dell’ordinanza della Quinta Sezione del Tar Campania che ha bloccato la procedura Ripam per il cosiddetto “Concorsone”, gestito dal Formez, per l’assunzione di 950 unità Categoria D presso le pubbliche amministrazioni della Campania.

GIUDIZIO DI MERITO IL 5 MARZO. ll 5 marzo il Consiglio di Stato entrerà nel merito del ricorso presentato da Regione Campania, Formez, Presidenza del Consiglio dei Ministri e Funzione Pubblica, per l’annullamento dell’ordinanza di sospensione cautelare, emessa dal Tar Campania il 12 febbraio. È quanto si legge nel decreto cautelare monocratico emesso dal presidente della V sezione del Consiglio di Stato, il giudice Francesco Caringella. La sospensione è stata concessa per evitare un grave e irreparabile danno ai candidati e agli enti interessati. “Alla luce di una ponderazione comparativa degli interessi propria della presente fase, risulta prevalente, in considerazione del pericolo attuale di danno immediato e irreversibile, l’interesse pubblico alla prosecuzione della procedura in avanzato corso di svolgimento, a fronte dell’interesse contrapposto suscettibile di piena tutela in caso di esito positivo del giudizio”, hanno scritto i magistrati amministrativi fissando nel merito “la discussione nella camera di consiglio del 5 marzo 2020”. Di seguito i calendari ufficiali per la Categoria C (diplomati), mentre per la D (laureati) sono ufficiose le date del 4,5 e 6 marzo, in attesa del riscontro ufficiale.

IL DIARIO COMPLETO DELLE PROVE PER I DIPLOMATILe prove scritte della Categoria C si svolgeranno tra le ore 7 e le 20 di ogni giorno inserito nel calendario degli esami. Si parte il 18 febbraio 2020 al Palapartenope, in via Corrado Barbagallo, n. 115 di Napoli nella seguenti date:

IL NUOVO DIARIO COMPLETO DELLE PROVE PER I LAUREATI. Al via dal 3 al 5 marzo 2020. In relazione alla riforma integrale dell’Ordinanza del TAR Campania, operata da parte del Consiglio di Stato (Sez. V) con decreto n. 773/2020, è riprogrammato il calendario delle prove scritte per i profili concorsuali: ITD/CAM, CID/CAM, CUD/CAM, VGD/CAM, SAD/CAM. Le prove si svolgeranno al Palapartenope, Via Corrado Barbagallo, n. 115 di Napoli.Di seguito il calendario per i cinque profili concorsuali per i quali sono state fissate le date:

I 10MILA POSTI DI LAVORO PROGRAMMATI SARANNO RIPARTITI SECONDO IL FABBISOGNO RILEVATO TRA I 273 ENTI LOCALI ADERENTI. La graduatoria che risulterà dalle prossime prove scritte permetterà subito l’assunzione di 2.285 nuovi impiegati pubblici, che potrebbero salire fino a 3mila in base all’eventuale ulteriore fabbisogno che sarà comunicato dalla Regione Campania. Comunque, successivamente, fino al termine di validità delle graduatorie, con questi esami, il concorso in Campania negli enti locali assegnerà altri settemila posti in base al fabbisogno di organico rilevato, tra i 273 enti che hanno aderito al progetto, rispondendo alla manifestazione di interesse della Regione, che si farà carico dei costi organizzativi delle selezioni e del corso di formazione retribuito propedeutico alla vera e propria assunzione. Tra questi vi sono 263 Comuni (su 550), 5 Comunità montane, 2 Corti d’Appello, la Provincia di Benevento, il Consorzio Asi di Salerno e l’Agenzia regionale per il Turismo. In particolare, in Irpinia hanno aderito 56 Comuni (su 118), tra cui Avellino, Ariano Irpino, Monteforte, Atripalda, Calitri, Baiano, Montella e Lioni, e la Comunità montana “Valle Ufita”.

IL CONCORSO PER ASSEGNARE I POSTI DI LAVORO NEGLI ENTI LOCALI. La procedura concorsuale si svolge di due momenti. Dopo la fase preselettiva conclusa a settembre (salvo decisioni della giustizia amministrativa), è ora in corso la fase selettiva con prove scritte consistenti in quesiti a risposta multipla/sintetica riguardanti materie specifiche dei vari profili professionali ed eventuale accertamento delle conoscenze linguistiche e informatiche». Nella bacheca sottostante i profili professionali richiesti per le assunzioni, le sedi della pubbliche amministrazioni dove sono disponibili i posti per le assunzioni, quindi il manuale operativo con le indicazioni procedurali necessarie per la partecipazione al concorso. La prova selettiva è attesa per novembre.


Piano Lavoro Campania 2019. La documentazione

I PROFILI PROFESSIONALI

LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DELLA CAMPANIA DOVE POTER LAVORARE

IL MANUALE PER IL CONCORSO

Accesso a concorsiuniciregionali


LEGGI ANCHE:

Lavoro, dal 10 febbraio le prove in Campania per 2.285 posti negli enti locali. Assunzioni a marzo

 

ARTICOLI CORRELATI