De Luca ricandidato in Campania: sto facendo le liste con Zingaretti

Il Governatore ostenta sicurezza e lancia segnali ai suoi sullo scenario politico, rispondendo alle Sardine e avvertendo Cinque Stelle e Sinistra

Vincenzo De Luca durante la conferenza stampa di presentazione del bando per la selezione e l'assunzione nel Pubblico Impiego campano dei primi 2175 nuovi impiegati negli enti locali della Campania. A regime saranno 10mila

Il Governatore Vincenzo De Luca ricandidato in Campania. Sarebbe solo una questione di un annuncio. “Sto facendo le liste con Zingaretti”, ha dichiarato nel corso di una trasmissione radiofonica, ripreso da tutti i media nazionali. Il presidente della Regione Vincenzo De Luca è stato intervistato a Radio Crc, durante il programma “Barba&capelli”. Sul piano delle alleanze prende atto delle difficoltà tra Cinque Stelle e Partito Democratico, prefigurando una soluzione sul modello emiliano. Ritiene un fatto naturale per il Pd riproporre il Governatore uscente, prendendo atto dei risultati conseguiti. Quanto alla ridda di voci e indiscrezioni su possibili candidature alternative, si dice assolutamente tranquillo. Anzi, spiega di aver consigliato ai suoi collaboratori i “tapparsi le orecchie” e di continuare a lavorare con serenità, rivelando indirettamente un certo nervosismo tra le fila dei suoi consiglieri più vicini. Per questo rivela i suoi contatti avanzati con il segretario nazionale, lanciando un segnale chiaro alle Sardine. Il messaggio è eloquente: in Campania la scelta è tra Vincenzo De Luca e un candidato emanazione della coalizione guidata nel Paese da Matteo Salvini. De Luca si sente sicuro anche per quello che riguarda il consenso della gente: “I cittadini ragionano con la propria testa e io sono e resto al lavoro senza alcun dubbio”. Nel frattempo, pur prendendo atto che l’alleanza con il Movimento Cinque Stelle andrebbe contro la sua ricandidatura, un segnale di apertura l’ha lanciato. “Il reddito di cittadinanza può rimanere”, ha affermato, proponendo correttivi sul controllo per assicurare la certezza che ginga a chi ne ga davvero bisogno. “Chi ha immobili di proprietà o macchine di grossa cilindrata andrebbe escluso”. Insomma, per il Governatore la porta è aperta, ma a patto di non mettere in discussione l’operato e la candidatura conseguente. Sul piano politico però un segnale arriva forte all’indirizzo del suo partito. La sottolineatura del suo dialogo diretto con Zingaretti dimostra che anche De Luca ormai consideri la partita elettorale regionale una sfida di significato politico nel contesto nazionale. Il De Luca ricandidato in Campania nel 2020 sarà quindi diverso nel rapporto con gli alleati rispetto a quello conosciuto in questi anni alla guida del governo regionale


LEGGI ANCHE:

AreaDem, Farese: con Governatore De Luca e Ruotolo il Pd sfida la Destra in Campania su Sud e legalità

Giuseppe De Mita avverte De Luca: in Campania serve un progetto

Il Governatore De Luca: non mi servono alleanze, parlo alla gente

Il Sindaco di Benevento Clemente Mastella si è dimesso

ARTICOLI CORRELATI