Sarno e Vesuviano, task force contro il dissesto idrogeologico

Da oggi task force per la ripulitura di vasche e canali. Riuniti dal governatore Vincenzo De Luca e dal Vicepresidente Fulvio Bonavitacola sindaci, Protezione Civile, società regionali Sma, Cas, Ente Idrico Campano, Gori e consorzi. Via ad una richiesta di intervento finanziario al governo attraverso la Protezione Civile

Task force contro il dissesto idrogeologico nel Sarno e nel Vesuviano. Da oggi attivate le squadre per la ripulitura di vasche e canali, che a partire dalle criticità verificatesi a Poggiomarino, interverrà nell’intera zona del Sarno e Vesuviano». L’accelerazione riguarderà anche il collettore principale nel bacino idrografico, fa sapere la Regione Campania che, nei prossimi giorni, parteciperà ad una riunione convocata con la Protezione Civile nazionale, «nella quale oltre alle richieste finanziarie, saranno chieste procedure eccezionali per gli appalti delle opere». Lo ha deciso ieri, lunedì 25 novembre a Palazzo Santa Lucia una riunione operativa convocata anche in relazione alle condizioni meteo delle ultime settimane dal governatore Vincenzo De Luca. Hanno partecipato il Vicepresidente Fulvio Bonavitacola, i sindaci, i responsabili della Protezione Civile, i vertici delle società regionali Sma, Cas, dell’Ente Idrico Campano e della Gori, i rappresentanti dei consorzi. «La riunione è stata convocata per dare un’accelerazione straordinaria agli interventi in atto per far fronte alle criticità», si legge in una nota. «Sono stati decisi e avviate subito azioni mirate e puntuali, con attenzione alle segnalazioni pervenute in particolare dall’Area vesuviana, del Sarno e dell’Agro nocerino».


LEGGI ANCHE: 

Maltempo in Irpinia e Campania, chiesto lo stato di emergenza

 

 

ARTICOLI CORRELATI