Lavoro

Via alle prove preselettive del concorso per 2.175 posti di lavoro negli enti locali della Campania. Si svolgeranno tra pochi giorni, a partire dal 2 al 24 settembre a Napoli presso la Mostra d’Oltremare (ingresso di Piazzale Tecchio). È stato pubblicato il calendario con le modalità di partecipazione. Il concorso prevede un anno di lavoro e formazione negli uffici dei Comuni pagati dalla Regione prima dell’assunzione a tempo indeterminato da parte del singolo Comune o ente locale. Le prove assegneranno la prima tranche dei posti di lavoro: i 2.175 posti valgono su un plafond complessivo di 10mila. Altri 7.825 seguiranno con un secondo bando annunciato già in autunno.

PUBBLICATO IL DIARIO DELLE PROVE PRESELETTIVE. È stato pubblicato sul sito link dedicato del sito del Formez PA il diario con l’indicazione della sede, del giorno e dell’ora in cui si svolgeranno le prove preselettive, nonché con indicazione delle modalità di pubblicazione degli elenchi dei candidati ammessi alla successiva fase selettiva scritta e delle informazioni relative a modalità e tempi del suo svolgimento. I primi ad essere convocati saranno i candidati iscritti al concorso per l’assunzione delle 1.225 unità di personale da inquadrare nella categoria C, secondo l’ordine che inizia dalle lettere KABLI. Inizieranno il giorno 2 settembre alle ore 8. Invece inizieranno il giorno 18 settembre alle ore 15 le prove preselettive i candidati iscritti al concorso per l’assunzione delle 950 unità di personale da inquadrare nella categoria D, partendo da CABIB.

Leggi il CALENDARIO DELLE PROVE PRESELETTIVE DAL 2 SETTEMBRE: clicca qui


Sul link riportato in alto (cioé http://riqualificazione.formez.it ) oltre ad essere disponibile il calendario completo, ci sono anche le istruzioni per lo svolgimento della prova (clicca qui). «In considerazione del numero iscritti, al fine di agevolare le procedure e favorire il rispetto dei tempi di svolgimento in ciascuna sessione di prova, si invitano i candidati a presentarsi ai cancelli di ingresso muniti di ricevuta di iscrizione e di documento di identità», fa sapere il Formez PA. «Dopo aver superato i cancelli di ingresso i candidati si dovranno presentare direttamente al padiglione loro assegnato secondo la ripartizione che sarà pubblicata a partire dal prossimo 26 agosto 2019». La Regione Campania segnala infine che “non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento delle prove”. Inoltre, il Formez PA precisa che «ai sensi dell’art. 6 del bando ‘l’assenza dalla prova per qualsiasi causa, ancorché dovuta a forza maggiore, comporta l’esclusione dal corso-concorso’, pertanto non sono ammesse e non saranno prese in considerazione richieste per cambiare giornata o sessione di prova».

I POSTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO ORA DISPONIBILI. Con i primi due bandi sono stati messi a concorso 515 posti nella Regione Campania, 33 nel Consiglio Regionale della Campania e 1.627 nei Comuni. Gli altri 7.825, sempre negli enti locali, arriveranno con i bandi successivi. Stando a quanto riferito dal Governatore della Regione Campania nel corso di una conferenza stampa. Vincenzo De Luca ha indicato la pubblicazione in autunno

CANDIDATI E DOMANDE, ECCO I DATI. Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha ufficializzato il dato definitivo della partecipazione al concorso. Prenderanno parte alle selezioni 303.965 candidati. Dato che ciascuno si è iscritto per più posizioni, il numero delle domande risultante sfiora il milione e 200mila istanze. «Solo nell’ultima mezz’ora di attività del sistema (le iscrizioni si sono chiuse alle 23,59 dell’8 agosto) si sono registrate 1.001 candidature. Dei candidati, il 50% proviene dalla provincia di Napoli, il 20% da Salerno, il 16% da Caserta, l’8% da Avellino, il 6% da Benevento», ha fatto sapere il Governatore Vincenzo De Luca.

L’ingresso alla sede della Regione Campania, a Napoli

IL PRIMO BANDO DA 2.175 POSTI DI LAVORO, IN ATTESA DEI SUCCESSIVI PER COMPLESSIVI 10MILA POSTI. Il bando per 2.175 posti di lavoro in Campania negli enti locali è stato pubblicato con due avvisi distinti sulla «Gazzetta Ufficiale 4 Serie Speciale Concorsi ed esami» n. 54 del 9 luglio 2019: sono uno per ciascuna categoria: n. 950 unità di personale da inquadrare nella categoria D; n. 1.225 unità di personale da inquadrare nella categoria C. Di seguito i link per accedere ai due bandi.


Piano Lavoro Campania 2019. I bandi in pdf

Il manifesto del Piano Lavoro

Bando per corso-concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di complessive n. 950 unità di personale a tempo indeterminato | Clicca e scarica. Il Bando per n. 950 unità di personale a tempo indeterminato è così articolato: n. 328 unità presso la Regione Campania, n. 15 unità presso il Consiglio regionale della Campania e n. 607 unità presso gli Enti locali della Regione Campania


Bando di corso-concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di complessive n. 1.225 unità di personale a tempo indeterminato | Clicca e scarica. Il Bando per n. 1.225 posti è così articolato: n. 187 unità presso la Regione Campania, n 18 unità presso il Consiglio regionale della Campania e n. 1.020 unità presso gli Enti locali della Regione Campania

IL CONCORSO. «La procedura concorsuale si svolge di due momenti», si spiega. «Una fase preselettiva incentrata su tematiche di logica e argomenti trasversali alla totalità dei profili messi a concorso e una fase selettiva con prove scritte consistenti in quesiti a risposta multipla/sintetica riguardanti materie specifiche dei vari profili professionali ed eventuale accertamento delle conoscenze linguistiche e informatiche». Nella bacheca sottostante i link per scaricare: i profili professionali richiesti per le assunzioni, le sedi della pubbliche amministrazioni dove sono disponibili i posti per le assunzioni, quindi il manuale operativo con le indicazioni procedurali necessarie per la partecipazione al concorso, che a maggio sarà indetto con la pubblicazione del bando. Nel frattempo, gli interessati possono iniziare a prepararsi.


Piano Lavoro Campania 2019. La documentazione

I PROFILI PROFESSIONALI

LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DELLA CAMPANIA DOVE POTER LAVORARE

IL MANUALE PER IL CONCORSO

Accesso a concorsi unici regionali


POSTI RIPARTITI SECONDO IL FABBISOGNO RILEVATO TRA I 273 ENTI LOCALI ADERENTI. I posti saranno ripartiti, in base al fabbisogno di organico rilevato, tra i 273 enti che hanno risposto aderito al progetto, rispondendo alla manifestazione di interesse della Regione, che si farà carico dei costi organizzativi delle selezioni e del corso di formazione retribuito che precederà la vera e propria assunzione. Tra questi vi sono 263 Comuni (su 550), 5 Comunità montane, 2 Corti d’Appello, la Provincia di Benevento, il Consorzio Asi di Salerno e l’Agenzia regionale per il Turismo. In particolare, in Irpinia hanno aderito 56 Comuni (su 118), tra cui Avellino, Ariano Irpino, Monteforte, Atripalda, Calitri, Baiano, Montella e Lioni, e la Comunità montana “Valle Ufita”. L’unico capoluogo di provincia della Campania assente è Napoli.

LE POSIZIONI MESSE A BANDO. Le posizioni messe a bando rientreranno nelle area D e C della pubblica amministrazione, riservate a diplomati e laureati, che saranno selezionati a copertura dei posti già vacanti e di quelli che si libereranno a seguito dei pensionamenti previsti nel prossimo triennio. E’ stato inoltre calcolato che con “Quota 100” si dovrebbe registrare un ulteriore incremento di collocazioni a riposto di dirigenti e funzionari.

La targa all’ingresso del palazzo che ospita la Giunta Regionale della Campania, nella suggestiva zona napoletana di Santa Lucia

COME SI VIENE ASSUNTI. Il meccanismo del corso-concorso prevede una pre-selezione, che servirà ad effettuare una scrematura delle numerose domande che si prevede verranno presentate, e successivamente alle prove selettive vere e proprie. I concorrenti ammessi parteciperanno al percorso formativo, somministrato a distanza con supporto on-line, al quale seguirà un tirocinio direttamente presso l’ente al quale si dovrebbe essere assegnati. Al termine della formazione, che avrà la durata complessiva di 10 mesi, retribuiti con borse di studio di 1.000 euro al mese, erogate dalla Regione, si terrà l’elaborato scritto finale. La graduatoria dei vincitori e degli idonei sarà stilata sulla base dei risultati di tutte le prove alle quali si saranno sottoposti i partecipanti.


INFORMAZIONI GENERALI: Gazzetta Ufficiale, sezione “Concorsi ed Esami” n. 54 del 9/7/2019


LEGGI ANCHE:

Lavoro nei centri per l’impiego, De Luca: concorso per 600 posti in Campania dopo l’estate

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI