Il Palio della Botte al via stasera ad Avellino. Giochi antichi e premi alla scoperta dell’Avellino medievale

A CORSO UMBERTO I LO SPETTACOLO DEI FALCONIERI D.M. DI LAVELLO. Da oggi sabato 10 a lunedì 12 agosto la rievocazione storica con le gare in Corso Umberto I, dove sarà allestito anche il Villaggio Solidale più grande nella storia della kermesse giunta alla 26esima edizione. Gli stand delle associazioni di volontariato e beneficenza. Il programma

Il Palio della Botte al via oggi ad Avellino. Giochi antichi, premi e visite nella città medievale che ritrova i suoi colori, suoni e fascino nel cuore del centro storico. Si apre stasera dalle ore 19 in Corso Umberto I l’appuntamento del Palio con “C’era una volta” Giochi Antichi per i bambini di tutte le età: si gioca e si vince, grazie alla generosità dei tantissimi esercizi commerciali che offrono premi ai piccoli partecipanti. Tutti potranno cimentarsi nel tiro con l’arco in compagnia degli Arcieri Irpini i cui Istruttori hanno curato la preparazione degli Arcieri del Palio. La serata continua: alle ore 20 spettacolo di Falconeria dei Donato Massari di Lavello, un uomo che ha dedicato la vita ai rapaci. A soli 12 anni trovò morente nei boschi del Vulture Melfese in terra lucana la sua prima poiana. Dopo averla curata la restituì al suo habitat in pochi mesi. Quella poiana segnò per lui l’inizio di una passione che oggi è il suo lavoro.

LE VISITE GUIDATE, DOMANI LA GARA. La XXVI Edizione del “Palio della Botte” di Avellino propone oggi e domani le Visite Guidate del Palio, con il raduno dei partecipanti alle ore 18:30 presso la Fontana di Bellerofonte in Corso Umberto I, a cura di Lina Vella, Storica e Critica d’Arte, con la partecipazione del professor Mariano Nigro, storico e Vicepresidente del Comitato Provinciale dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. Due diversi itinerari quest’anno si intrecciano, alla scoperta dei legami di comunità che la città racconta: stasera “Le vie della religio” con la visita ai luoghi più rappresentativi dello spirito della comunità e la speciale esposizione delle Corone della Madonna Assunta e di Costantinopoli presso la Cripta di S. Biagio aperta al pubblico oggi e l’11 Agosto dalle ore 18 alle 20; domani “Le vie dei principi” con la visita a monumenti e simboli della città, alcuni fra i più noti ed altri quasi inediti. La gara del Palio è in programma domani 11 agosto col Palio dei Bambini e il 12 agosto con il tradizionale corteo storico e la sfida delle sette contrade. Novità di quest’anno il gruppo degli Arcieri del Palio che sotto la guida degli Arcieri Irpini si affronteranno in una gara di tiro con l’arco per far vincere la propria contrada. Ad animare le serate i “Piccoli Sbandieratori del Palio” ed i gruppi ospiti: da Cava dei Tirreni Sbandieratori, Musici e Trombonieri “Sant’ Anna all’Oliveto”, Sbandieratori “Borgo S. Nicolò” e i fachiri a cavallo di “Antonyranch”; Sbandieratori di Borgo Concilio da Angri, Sbandieratori e Musici “Puer Apuliae” da Lucera (FG), “I Viandanti di Montevergine” da Ospedaletto d’Alpinolo. Ancor più ricca la partecipazione di Enti e Associazioni al Villaggio Solidale del Palio: con la loro presenza testimoniano l’appassionato e silenzioso impegno quotidiano a favore “dei più poveri tra i poveri”.

IL VILLAGGIO SOLIDALE. Si inaugurano i Laboratori allestiti per l’occasione dalle Associazioni del Villaggio Solidale sempre aperto e visitabile dalle ore 19 del 10, 11 e 12 Agosto (A.I.D.O. – Associazione Italiana Donatori di Organi – Provincia di Avellino, Associazione Irpina Pianeta Autismo – A.I.P.A., Coordinamento A.M.D.O.S. Avellino, A.M.I. Associazione Mariana Irpina , Pubblica Assistenza A.V.I. ONLUS Avellino, Associazione BALZOO – Banco Italiano Zoologico Onlus – Avellino, Parrocchia SS. Apostoli Pietro e Paolo Santa Lucia di Serino pro Casa Museo San Giuseppe Moscati, Centro Italiano Femminile Provinciale Avellino Consultorio familiare C.I.F., C.I.S.O.M. Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, C.R.I. Croce Rossa Italiana Comitato di Avellino, G.A.M. Gioventù Ardente Mariana, L.I.L.T. Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Avellino, Fraternità di Misericordia di Avellino, M.P.V e C.A.V. Avellino Movimento per la Vita e Centro di Aiuto alla Vita Avellino, Pia Unione O.A.S.I. Mariana Sezione di Avellino, Associazione “Un sorriso per la vita”, Comitato U.N.I.C.E.F. Avellino, Banca Etica, Bottega “Equomondo” del Commercio Equo e Solidale, C.S.V. Centro Servizi per il Volontariato “Irpinia Solidale”, M.D.C. Movimento Difesa del Cittadino, Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro Diocesi di Avellino – Progetto “Restituzione Centesimo”, Progetto Circuito Loco Card Solidale, Progetto Policoro Diocesi di Avellino).

TRA COMPETIZIONE E RIEVOCAZIONE STORICA. Il Palio della Botte riprende un gioco che nel XVI secolo fu introdotto per celebrare la presa della città da parte della signoria dei Caracciolo. La prima “gara della botte” salutò l’avvento della famiglia Caracciolo ad Avellino, in concomitanza con il contemporaneo ritrovamento in contrada Tuoppolo di un affresco raffigurante la Madonna di Costantinopoli, una delle immagini ritraenti la Vergini, giunte in Italia e in Occidente per iniziativa dei monaci in fuga dall’antica Bisanzio, durante le persecuzioni iconoclaste seguite alla caduta di Costantinopoli. Il Palio della botte mette in competizione idealmente le sette contrade della città di Avellino dal 1997, con l’aggiunta dal 2003 della gara tra rappresentative di bambini, nella seconda delle tre giornate dell’evento.

Una fase del Palio della Botte, antica tradizione popolare medievale della città

LA SFILATA MOMENTO CULMINANTE. La sfilata in costume della ‘Corte’, attraverso le strade del centro storico, è il momento più significativo e atteso dell’evento, benchè apra la tre giorni. Abiti medievali sfarzosi e pregiati, cuciti a mano sul modello dell’arte sartoriale teatrale toscana, offre al visitatore uno spettacolo straordinario, che riporta indietro di secoli la cornice urbana di corso Umberto I. La carrozza del “Principe Caracciolo” e il “Carro con il tesoro”, che simboleggia il Monte di Pietà istituito per fornire la dote alle giovani donne più povere tra le ragazze in età da marito, introducono il gran finale affidato alla maestria degli sbandieratori, ai cavalieri e ai trombonieri. La sfilata si conclude con l’omaggio portato alla Madonna Assunta presso il Duomo di Avellino. Secondo lo schema, poi davanti alla Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli il Principe legge il bando d’inizio del Palio.


PROGRAMMA 2019
Anno XXII , Ediz. XXVI

La XXVI edizione del “Palio della Botte” si articola in tre giornate:
OGGI SABATO 10 AGOSTO dalle ore 19
“C’era una volta” GIOCHI ANTICHI Per bambini, ragazzi, giovani e famiglie C.so Umberto I
Villaggio Solidale STAND ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E DI BENEFICENZA*
VISITE GUIDATE GRATUITE NEI LUOGHI D’INTERESSE STORICO-ARTISTICO-CULTURALE DELLA CITTÀ
Raduno dei partecipanti ore 18:30 presso Fontana di Bellerofonte C.so Umberto I
Ore 20. C.so Umberto I° – Spettacolo di Falconeria DM (Lavello – PZ)

Gli stemmi delle sette contrade avellinesi esposte durante il Palio della Botte di Avellino

⇒ DOMENICA 11 AGOSTO
dalle ore 19:00
“PALIO DEI BAMBINI” Anno XVI – Edizione XVI Selezioni, C.so Umberto I
– SORTEGGIO CONTRADE – presso il sagrato Chiesa “S. Maria R. di Costantinopoli”
SPETTACOLI DI SBANDIERATORI e dei “Piccoli Sbandieratori” del Palio
– SPETTACOLI DI ATTRAZIONE A TEMA
Villaggio Solidale STAND ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E DI BENEFICENZA*
VISITA GUIDATA “Le Vie dei Principi”
NEI LUOGHI D’INTERESSE STORICO-ARTISTICO-CULTURALE DELLA CITTÀ
Raduno dei partecipanti ore 18:30 presso Fontana di Bellerofonte C.so Umberto I


⇒ LUNEDI’ 12 AGOSTO dalle ore 19:00
“PALIO DELLA BOTTE” Anno XXII , Ediz. XXVI
Corteo Storico – Ore 19:00 Partenza dalla Casina del Principe
Omaggio floreale e dei Ceri, Canto alla Madonna Assunta e benedizione delle Contrade da parte del Nostro vescovo nella Chiesa Cattedrale
Spettacoli
Gara del Palio e premiazione
Canto di ringraziamento nella Chiesa “S. Maria R. di Costantinopoli”


Il manifesto del Palio della Botte 2019 in programma ad Avellino da 10 al 12 agosto

I protagonisti del Palio della Botte 2019 in programma ad Avellino da 10 al 12 agosto

ALBO D’ORO DEL PALIO DELLA BOTTE | Consulta l’elenco dei vincitori

Palio della botte 2019 ad Avellino

IL VILLAGGIO SOLIDALE: STAND ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E DI BENEFICENZA
MDC Movimento Difesa del Cittadino
Banca Popolare Etica
Oasi Mariana
LILT Avellino, Lega Tumori
MPV e CAV Avellino
Parrocchia “Santi Pietro e Paolo” Santa Lucia di Serino per Casa San Giuseppe Moscati
CSV Irpinia Solidale
AIDO Avellino – associazione donatori di organi-
AMI Associazione Mariana Irpina
Coordinamento AMDOS Avellino
Associazione “BalzooOnlus” – prevenzione abbandono animali-
Loco Card Italia -progetto negozi solidali-
Progetto Restituzione Centesimo
Associazione AIPA Pianeta Autismo
Unicef Comitato Avellino
Bottega Equomondo (commercio equo e solidale)
GAM Gioventù Ardente Mariana
CIF, Centro Italiano Femminile Avellino
Ufficio PSL Diocesi Avellino
Associazione “Un sorriso per la Vita” -clown di corsia-


Con la partecipazione di:
• “Piccoli sbandieratori” del Palio di Avellino
• Sbandieratori, Musici e Trombonieri “Sant’Anna all’Oliveto” – Cava dei Tirreni
• Sbandieratori e Musici “Puer Apuliae” Lucera FG
• Sbandieratori “Borgo S. Nicolò” Cava dei Tirreni
• I Viandanti di Montevergine Ospedaletto d’Alpinolo
• Cavalli “Antonyranch” fachiri a cavallo di Cava dei Tirreni
• Coro “S. Maria R. di Costantinopoli” – Avellino
• GIUDICI DI GARA DEL PALIO – AVELLINO
• CRONOMETRISTI – Federazione Nazionale Cronometristi – Avellino
• CISOM – Cavalieri di Malta
• Misericordia – A.V.I Avellino
• Associazioni di Volontariato
• Volontari e Amici del Palio
• Gruppi parrocchiali
• CONI di Avellino
• Tecnici


PALIO DELLA BOTTE | www.paliodellabotte.it
CONTATTI: Pubbliche Relazioni Comitato Organizzativo [email protected]
don Emilio CARBONE, Organizzatore e Responsabile [email protected]


La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli ad Avellino

IL PROLOGO DURANTE I FESTEGGIAMENTI PER SANT’ANNA. In occasione della Festa di Sant’Anna, il Palio della Botte ha partecipato alla Alzata del Pannetto della Madonna Assunta, compatrona di Avellino, lo scorso 26 luglio. Dopo la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo della Diocesi di Avellino, Arturo Aiello, ha sfilato in corteo con gli stemmi delle sette storiche contrade cittadine (Terra, Tuoppolo, Porta Puglia, Parco del Principe, Porta Napoli, Porta Beneventana, Bellezze, per rendere il suo primo omaggio alla Madonna Assunta. Di seguito il programma della tre giorni, che come sempre nell’ultimo ventennio, riverserà nel cuore antico della città, tra la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli e la Fontana dei tre cannoli, migliaia di visitatori provenienti da ogni parte dell’Irpinia e della Campania. La manifestazione omaggia, seppur con una iniziativa di recente istituzione, le radici medievali avellinesi. In questo la scommessa vinta dal suo promotore, don Emilio Carbone, rappresenta la traccia moderna per il recupero della memoria e l’identità di una città che in seguito al (post) sisma del 1980 ha smarrito molte tracce della sua storia ultramillenaria, anche del suo periodo medievale.


LEGGI ANCHE:

Alla scoperta di Avellino medievale: le visite guidate del Palio

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI