Mirabella, parte la Radioterapia IMRT
A Villa Maria il servizio a giorni

Lunedi l'inaugurazione del Governatore. Poi l'attivazione delle prestazioni dalla settimana prossima prenotabili tramite l'ASL.

Servizio di radioterapia presso la Clinica Villa Maria di Mirabella Eclano. Tutto pronto a partire da lunedi 8 ottobre. La mattinata inaugurale segna anche l’inizio reale delle attività. Già definito doppio turno di prestazione per i pazienti che necessitano della terapia.

A beneficio dell’utenza sarà impiegata una tecnica che a differenza di quella convenzionale consente una maggiore precisione a vantaggio degli organi sani e una maggiore efficacia del trattamento. Così dalla descrizione dell’UPMC, azienda sanitaria integrata con sede principale a Pittsburgh. Si tratta di un network oncologico che mette a disposizione le ultime scoperte nel campo della prevenzione, diagnosi e trattamento dei tumori.

Il servizio disponibile presso la clinica infatti è frutto della collaborazione sinergica tra il plesso e l’UPCM Italy diretto dal professore PierCarlo Gentile. Un contribuo che rappresenta una certificazione di qualità. “Il personale medico che segue il paziente lavora a stretto contatto con un team di vari professionisti delle varie branche della medicina”.

Un approccio alla persona, nella sua interezza quindi. Si va cioè oltre la terapia per così dire chimico-farmacologica. Quella che sarà impiegata è l’IMRT, Radioterapia ad intensità modulata. “Una tipologia di intervento che permette di conformare il fascio di radiazioni all’area da trattare, adattandolo meglio alla forma della neoplasia, anche in situazioni particolarmente critiche (ad esempio quando il tumore è in prossimità del midollo spinale, del cuore o in prossimità di zone già irradiate in caso di recidive).

Nel caso di tumori di dimensioni ridotte, la radiochirurgia prevede l’utilizzo di alte dosi di radiazioni che vengono indirizzate sul volume tumorale con precisione millimetrica (stereotassica), risparmiando il più possibile gli organi sani circostanti e riducendo al minimo gli effetti collaterali. In alcuni casi, il trattamento di radioterapia stereotassica si concentra in un numero limitato di sedute rispetto alla radioterapia convenzionale“.

La giornata di lunedi segna un appuntamento decisivo per il bacino ufitano e non solo. Purtroppo la richiesta del servizio è in forte ascesa e per poter fruire della terapia tantissimi pazienti si spostano fuori Regione. Una battaglia lunga per cui molto si è speso l’intero staff della casa di Cura e in particolare il presidente Domenico Covotta.

Lunedi a partire dalle ore 10.40 i saluti e la presentazione del servizio. Presente, tra gli altri, il Governatore della Campania Vincenzo De Luca e il direttore dell’ASL Maria Morgane. Con loro il presidente AIOP regionale, Sergio Crispino e il presidente della Provincia Domenico Gambacorta.